menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Consiglio comunale (archivio)

Consiglio comunale (archivio)

Venezia per lo ius soli, agli stranieri nati qui una "cittadinanza speciale"

Il Consiglio comunale lunedì ha approvato una delibera dal forte valore simbolico. Caccia (In Comune): "Mandiamo un segnale al governo"

Una delibera "simbolica" per lanciare un messaggio anche a Roma. Venezia intende spingere per l'introduzione dello "ius soli". Lunedì pomeriggio, infatti, il Consiglio comunale di Venezia ha approvato una delibera che regolamenta il riconoscimento della "cittadinanza speciale" per i minori stranieri nati in laguna. La delibera è passata con 26 voti a favore, 9 contrari e due astensioni. Soddisfatto il consigliere comunale di "In Comune" Beppe Caccia, secondo cui "il voto è un messaggio chiaro che la città spedisce al governo che sta nascendo".

Per quanto simbolicamente, rileva ancora Caccia, Venezia riconosce "che chi nasce qui deve essere riconosciuto come cittadina e cittadino a pieno titolo, portatore dell'insieme dei diritti e doveri che in questa sfera rientrano".

Nella delibera si specifica che il 20 novembre di ogni anno sarà indetto un consiglio comunale straordinario per conferire la cittadinanza speciale ai figli delle coppie straniere che faranno richiesta. "Si tratta di un atto politico ma anche di forte simbolismo", ha sottolineato il presidente del parlamentino locale Roberto Turetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento