menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia, gli ambulanti non ce la fanno più: corteo contro abusivi e degrado in città

Il problema dell'abusivismo è sotto gli occhi di chiunque abbia camminato lungo le calli, Polizia Municipale e lavoratori uniti per cambiare una situazione non più sostenibile

Non erano in molti, una manciata forse, ma quanto basta per dare un messaggio: la volontà di cambiare la situazione. Questo è infatti lo scopo del gruppo di ambulanti regolari che, come riporta il Gazzettino, si è radunato a Venezia per manifestare contro tutti coloro che, illegalmente, ostacolano il loro lavoro. Il riferimento va agli abusivi, a chi vende paccottiglia spacciandola per prodotto di qualità. 

Noramalissimo vetro colorato viene normalmente venduto come se fosse il prodotto delle mani sapienti degli artigiani di Murano (solo il 20% lo è realmente), idem per il merletto di Burano, per non parlare della vendita illegale delle borse griffate, degli ombrelli onnipresenti ad ogni angolo specie nelle passate settimane di pioggia, come pure degli stivali in goma e dei bastoni per i selfie. 

La manifestazione, i cartelli con su scritto giganteschi "stop" e le foto degli abusivi, non sono comunque che la punta di un iceberg fatto soprattutto dal duro lavoro della polizia municipale: è infatti grazie alle forze dell'ordine che la presenza degli abusivi ha registrato un netto calo da inizio 2016 ( sono state effettuate 2.210 multe contro le 1.242 nei primi 5 mesi del 2015, 29.457 pezzi sequestrati contro i 16.506 dello scorso anno), e che la microcriminalità è stata quanto meno sedata: gli scippi, fino a qualche tempo fa all'ordine del giorno, sono stati ridotti grazie a controlli capillari, soprattutto agli imbarcaderi e nei mezzi pubblici, effettuati da agenti in borghese.

Molto chiare in tal senso le parole di Giuseppe Mango, comandante della Guardia di finanza dell’Italia Nordorientale, che ha commentato la situazione attuale in occasione della festa per i 242 anni delle Fiamme gialle: "l’abusivismo è una piaga che mina l’immagine internazionale della città". Una piaga che purtroppo non è da sola: gli ambulanti hanno portato l'attenzione anche sul degrado presente in città, spazzatura abbandonata e sporcizia sono diffuse anche per le calli del centro, è contro la noncuranza verso la città in cui vivono e lavorano che i lavoratori gridano "basta!". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento