menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ultimo anno tutto d'un fiato: fatti e misfatti del 2013 che se ne va

Dalla querelle sulle Grandi Navi alla morte del turista tedesco a Rialto. Omicidi e tragedie della strada, passando per Berlusconi e arresti

E' stato l'anno delle Grandi Navi. Il dibattito si è infervorato tra manifestazioni e contromanifestazioni (LEGGI SULL'ULTIMA A FAVORE DELLE GRANDI NAVI). Poi il Governo ha deciso: stop non appena il Contorta-Sant'Angelo costituirà una via d'acqua alternativa per arrivare in Marittima (I DETTAGLI), inserendo anche limiti di stazza per il 2014 e 2015 (CHI ENTRA E CHI NO)

Le questioni fondamentali sul tappeto in questi ultimi dodici mesi sono state diverse. Su Venezia, sul suo futuro e su come governarla. Così hanno tenuto banco la riorganizzazione del traffico in Canal Grande (con relativo fermo barca per giorni) dopo la morte del turista tedesco Joachim Vogel per un incidente tra una gondola e un vaporetto Actv (GUARDA IL VIDEO DELLA TRAGEDIA) e tutto ciò che ruota attorno al Mose. Tra inchieste giudiziarie (l'arresto dell'ex ad di Mantovani Piergiorgio Baita e dell'ex presidente del Consorzio Venezia Nuova Giovanni Mazzacurati) e l'emersione per la prima volta del sistema di dighe mobili (GUARDA IL VIDEO). Davanti a giornalisti di mezzo mondo.

La cronaca, purtroppo, ha registrato ancora tragedie e omicidi, che non hanno mancato di colpire l'opinione pubblica: gli spari e l'uccisione di un macedone (I DETTAGLI DELLA CRONACA) in piazza Mercato a Marghera (I DETTAGLI SULL'ARRESTO DEL PRESUNTO COLPEVOLE), la morte di Alessandro Minto, ucciso a Campagna Lupia con una coltellata al cuore dal padre (LA CRONACA). La strada, poi, si è rivelata fatale per Giulia Salviato, la giovane lavoratrice e cantante mestrina che ha perso la vita sulla strada statale Triestina (L'EMOZIONE SI E' IMPADRONITA DEI SOCIAL NETWORK). Il commosso ultimo saluto ha attirato in chiesa centinaia di persone (DETTAGLI). Una tragedia simbolo di tutte le decine di persone che sono morte sull'asfalto veneziano quest'anno. Tante, troppe.

Venezia, poi, in varie forme ha raggiunto la ribalta nazionale per due video amatoriali che hanno fatto parlare molto di sé: in primis la visita  in campagna elettorale di Silvio Berlusconi a Zianigo di Mirano, con relativo "apprezzamento" per una dipendente dell'azienda da cui era stato ospitato ("LEI QUANTE VOLTE VIENE?" - IL VIDEO). Parole che sono deflagrate in campagna elettorale, con relativa risposta piccata di Angela Bruno, la diretta interessata: "Berlusconi? Un nonno che mi guarda il culo" (VIDEO DELL'OSPITATA A SERVIZIO PUBBLICO). Altro video che ha fatto molto discutere è stato l'arresto per resistenza a pubblico ufficiale del pittore di strada iraniano in centro storico. Con tanto di tuffo da parte dell'artista in canale mentre gli agenti della polizia municipale, contestati dalla folla, cercavano di bloccarlo (GUARDA IL VIDEO AMATORIALE).

GLI SCONTRI A PIAZZALE ROMA - Solo poche settimane fa, poi, si sono registrati i violenti scontri tra polizia e no global a piazzale Roma poco prima dell'arrivo dei militanti di Forza Nuova alla stazione di Venezia Santa Lucia. Una ventina i feriti in tutto e il terminal automobilistico interdetto a chiunque per diverse ore. Una atmosfera spettrale e una città tenuta "ostaggio" dei cortei per gran parte della giornata. Con fuggi fuggi generale al momento degli scontri ai piedi del ponte di Calatrava (FOTO E VIDEO DELLA GIORNATA)

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Il 2013 che se ne va: qual è il fatto che ti ha più colpito?



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento