Cronaca

Alberghi di lusso, a Venezia gli sceicchi fanno acquisti a 5 stelle

L'americana Starwood opererebbe sempre di più con partner medio orientali, più inclini a investire grossi capitali nell'acquisto di strutture alberghiere

L’hotel Gritti, appena ristrutturato, potrebbe presto essere acquistato da nuovi compratori mediorientali. Il nome che circola insistentemente negli ultimi tempi sarebbe quello del ricchissimo emiro del Qatar che già con Starwood lavora in partnership in vari alberghi di lusso. Starwood, la catena americana che possiede l'hotel come anche altre strutture ricettive - ad esempio il Danieli e l'Europa & Regina - starebbe infatti puntando sulla vendita di una serie di immobili per concentrarsi maggiormente sulla gestione degli alberghi.

Il Gritti era stato riaperto nel gennaio dello scorso anno, dopo 15 mesi di lavori che avevano interessato un’ampia ristrutturazione del costo di circa 35 milioni di euro ed un rinnovamento completo di arredi e stanze, in tutto 61 camere e 21 suites, oltre che della parte impiantistica.

Anche sull'isola di San Clemente, la prossima primavera, è prevista l'inaugurazione di un nuovo hotel di 174 camere a firma congiunta di Starwood e Permak Group, società turca, a conclusione di e una ristrutturazione da 25 milioni di euro. Il complesso alberghiero, a ultimazione completata, dovrebbe essere dotato di attrezzature per lo sport, ristoranti, piscina e centro benessere.

Il prossimo 16 marzo dovrebbe invece essere il turno del nuovo Marriott Hotel sull’isola di Sacca Sessola, 5 stelle, 266 camere con centro benessere e centro congressi, sempre a opera di Starwood. Sacca Sessola è una delle più grandi isole della laguna veneziana, con una superficie di circa 40 ettari su cui si ergono monumenti e palazzi storici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberghi di lusso, a Venezia gli sceicchi fanno acquisti a 5 stelle

VeneziaToday è in caricamento