menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei frame delle telecamere di sorveglianza utilizzati dalla Digos per identificare i tifosi colpiti da Daspo

Uno dei frame delle telecamere di sorveglianza utilizzati dalla Digos per identificare i tifosi colpiti da Daspo

Sabato a Venezia arriva il Parma: allerta tifosi. L'anno scorso aggressioni, feriti e 12 daspo

Sui social prime scaramucce: parmensi descritti come "infami" e "maiali". Giovedì riunione in Prefettura: si discuterà della gestione dell'ordine pubblico prima, durante e dopo il match

Dopo l'anticipo del turno infrasettimanale di lunedì con l'Avellino, l'attenzione si concentra inevitabilmente sul prossimo sabato, quando a Venezia, con calcio d'inizio alle 15, andrà in scena il match di serie B col Parma. Non una partita qualunque, visto che un anno fa al Penzo finì 2 a 2, ma tra le calli del centro storico si registrarono episodi di violenza che, al termine delle indagini della Digos, portarono al Daspo per 12 tifosi arancioneroverdi. Gli episodi accertati, che indussero alcuni tifosi parmensi giunti in laguna a ricorrere alle cure dei sanitari del 118, si verificarono in strada Nova e in zona Santi Apostoli, mentre nel mirino era finita un'altra scazzottata vicino al Penzo. Fu un pre-partita ad alta tensione, anche se poi nello stadio tutto filò liscio.

DIGOS AL LAVORO

Per questo motivo la Digos è al lavoro per monitorare i giorni della vigilia. Sia per quanto riguarda i gruppi del tifo organizzato, sia per eventuali "cani sciolti" che potrebbero avere il dente avvelenato nei confronti della tifoseria ospite. Sui social da parte di alcuni tifosi del Venezia sono già spuntati alcuni post conditi da aggettivi come "infame", "maiale" e da altre frasi dal tono bellicoso in cui, per esempio, ci si chiede se i tifosi gialloblù avranno il "coraggio di presentarsi". Le forze dell'ordine sono in allerta, se non altro perché quelle di sabato saranno ore logisticamente complesse, che vedranno anche l'evento organizzato dal Comitato No Grandi Navi in laguna, senza dimenticare la visita di venerdì del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione di una cerimonia nel tardo pomeriggio a Palazzo Ducale.

GIOVEDI RIUNIONE IN PREFETTURA

Di tutti questi argomenti si discuterà durante una riunione del Comitato provinciale per la sicurezza pubblica convocato per giovedì in prefettura. Allo stato non sono comunque giunte indicazioni particolari dal ministero dell'Interno sulla gestione delle due tifoserie, dunque a meno di novità dell'ultima ora il dispositivo coordinato dalla questura dovrebbe ricalcare quello delle altre partite interne del Venezia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

  • Cronaca

    Morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

  • Incidenti stradali

    Grave incidente tra mezzi pesanti in A4: un morto

  • Cronaca

    Un grande parcheggio scambiatore nell'area X-site a Jesolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento