menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treni bloccati sul ponte, passeggeri "sequestrati" per un'ora e mezza

Domenica due i convogli per motivi non chiariti avrebbero costretto i viaggiatori a una sosta forzata alle porte di Venezia. Disagi e proteste

Ben due treni fermi nell'arco di dieci ore, entrambi sul ponte della Libertà. Una giornata da dimenticare, quella di domenica, per chi viaggiava nella città lagunare. E tra i passeggeri infuriati non sono mancati i momenti di tensione.

Come riporta il Gazzettino, il primo guasto avrebbe interessato un treno che da Venezia era diretto a Verona, partito alle 8.12 e bloccatosi nel bel mezzo del ponte. A bordo i viaggiatori avrebbero cominciato ad agitarsi, specialmente quando si sono resi conto che avrebbero perso la coincidenza a Mestre con il convoglio per Roma: tra questi, il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti. Solo dopo un presunto battibecco con il capotreno, che non avrebbe voluto farli scendere, alcuni passeggeri hanno proseguito verso Mestre fermando gli autobus di passaggio.

Nel pomeriggio un episodio analogo sarebbe accaduto a un treno che invece si dirigeva verso Venezia. Anche in questo caso i passeggeri, almeno un centinaio, si sarebbero visti rifiutare la possibilità di scendere per proseguire a piedi. Inferociti, alcuni di loro avrebbero chiamato 112 e 113. Sarebbero rimasti fermi sul ponte della Libertà per circa un'ora e mezza, senza ottenere spiegazioni.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento