menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, allarme maltempo nel fine settimana: protezione civile in campo

Da sabato a lunedì precipitazioni anche forti in tutto il Veneto. Volontari allertati per rischio idraulico e idrogeologico. In centro storico domenica mattina prevista acqua alta di 120 centimetri

Il Veneziano, come il resto del Veneto, nel weekend sarà vittima di forti precipitazioni. Il Centro funzionale decentrato della protezione civile, in base alle previsioni metereologiche, ha dichiarato lo stato di allarme idrogeologico da sabato 10 novembre, alle ore 14, fino a lunedì 12 novembre, sempre alla stessa ora. L'area lagunare, però, potrebbe essere meno colpita dalla perturbazione, visto che i corpi di soccorso, qui, sono "solo" in preallerta per il rischio idraulico. La preoccupazione comunque rimane, specie per l'acqua alta, che domenica mattina potrebbe raggiungere i 120 centimetri di punta massima.

 

E' stata richiesta la piena operatività di tutte le sezione della protezione civile. Le sale operative delle Province dovranno inviare al Centro regionale una nota informativa sull'evoluzione dei fenomeni ogni tre ore, fino al cessare dello stato di allarme. Secondo le previsioni, sabato ci sono probabilità di precipitazioni in aumento, specie dal pomeriggio, con fenomeni inizialmente deboli, sparsi e intermittenti, poi più diffusi dalla serata e in intensificazione a partire dai settori prealpini e pedemontani occidentali con possibili rovesci.

 

Domenica, invece, tempo in prevalenza perturbato con precipitazioni estese e persistenti. C'è anche la possibilità di temporali e rovesci, specie nella pianura nord-orientale. Dalla serata la situazione potrebbe migliorare. Lunedì ancora pioggia, ma con ogni probabilità meno consistente rispetto al giorno precedente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento