Venezia regno dei morti viventi, in centinaia per la zombie walk FOTO

Sabato pomeriggio lo sbarco di un bastimento con decine di giovani alle Zattere. Il centro storico è stato pervaso da un'atmosfera d'oltretomba

La Zombie Walk ( Carnevale di Venezia 2014 (C)2013 Matteo Bertolin)

Come nel resto del mondo anche Venezia ha avuto la sua "Zombie Walk". Sabato, infatti, nel pomeriggio si è vissuto uno spettacolare sbarco di morti viventi alle Zattere, dove centinaia di giovani si sono radunati per dar vita a uno degli eventi collaterali di apertura del Carnevale 2014.

Il centro storico è quindi stato pervaso da atmosfere d'oltretomba, trasformandosi in una sorta di gigantesco set a cielo aperto de “La Notte dei Morti Viventi”. Un migliaio di persone da tutta Italia, vestite e truccate da zombie con vesti lacere, cicatrici, finti squarci sul viso e false tumefazioni hanno attraversato barcollando, calli, ponti e campielli, inseguite vanamente da cacciatori che cercavano di arginare la loro invasione.

Un'usanza nata negli Stati Uniti e che deve molto della sua popolarità a serie tv come "The Walking Dead" e a certo cinema "vampiresco". Anche Verona recentemente ne ha ospitata una. Il momento clou, come detto, lo sbarco di un "bastimento" carico di circa duecento zombie. Il macabro corteo dalle Zattere è proseguito per Campo Santo Stefano e Campo Manin, fino all’arrivo in “campo della Pescheria” a Rialto, dando il via a uno Zombie Party con dj set in tema, a partire dall’hit per antonomasia, “Thriller”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento