menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruote di gomma ad aria a Venezia, gli albergatori: "È un'idea pazzesca"

Il presidente dell'Ava si scaglia contro il nuovo regolamento, che "ostacola il turismo". La replica da parte di Confartigianato: "Serve a preservare i gradini"

Una norma assurda e inapplicabile, questo in sostanza il commento di Vittorio Bonacini, presidente dell'Ava, in merito alla nuova regola che impone ruote in gomma riempite ad aria ai trolley in circolazione a Venezia. Bocciatura su tutta la linea, dunque, dal massimo rappresentante degli albergatori veneziani. Che presagisce un duro colpo per il turismo in laguna.

La ragione? I trolley con ruote gonfiate ad aria non sono nemmeno ammessi negli aerei, e sarebbero già scattate telefonate allarmate da parte di tour operator che chiedono il da farsi. Bonacini propone invece di intervenire sui transpallet impiegati quotidianamente per il trasporto merci, ben più pesanti e dannosi delle valigie. Ed ora gli albergatori chiederanno un incontro con il commissario, senza escludere altri tipi di azione se non saranno ascoltati.

Intanto la Confartigianato, per bocca del direttore Gianni De Checchi, fa sapere di essere di un parere completamente diverso. Secondo De Checchi la norma sulle ruote in gomma finalmente porrà un freno al continuo danneggiamento dei gradini causato dai milioni di turisti che quotidianamente si aggirano per Venezia. Come quando, un anno fa, un trolley da 30 chili aveva colpito il bordo di un gradino, frantumandolo. Inutile intervenire sui carretti da lavoro, già provvisti di ruote di gomma come da regolamento comunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento