menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il centro storico di Venezia scende sotto la soglia dei 58mila abitanti

Abbattuta un'altro limite psicologico. Il crollo interessa tutto il Comune: risultano in calo rispetto al 2012 anche i residenti di terraferma e isole

Venezia continua a svuotarsi, sono infatti sempre più numerosi i residenti del centro storico che lasciano ponti e calli per spostarsi altrove, e così, come riporta la Nuova Venezia, nei primi mesi del 2013 il capoluogo veneto ha abbattuto un altro record negativo: dal 7 maggio di quest'anno a Venezia ci sono meno di 58mila abitanti.

TREND NEGATIVO – Anche nel 2012 avevamo assistito ad una “fuga” dal centro storico, durante tutto l'anno infatti la città lagunare aveva perso ben 722 residenti. La tendenza, insomma, resta identica, se non intensificata: in soli quattro mesi nel 2013 sono stati già 270 i protagonisti dell'esodo dal capoluogo, all'inizio dell'anno i cittadini residenti nel centro storico erano infatti 58.269. Ma il trend negativo riguarda tutto il Comune, terraferma e isole comprese. Mestre vede scendere la sua popolazione a 181.603 residenti contro i 181.927 dell'anno passato e anche Murano, Sant’Erasmo, Burano, Mazzorbo, Torcello e il Lido perdono una decina di abitanti. Pellestrina, poi, è scesa sotto i 4mila residenti.

CITTA' DI TURISTI – Eppure, come sottolinea il quotidiano locale, girando per le calli del centro storico si vedono sempre grandi folle che si accalcano su ponti e campielli. A fare la parte del leone sui “masegni” della città sono però turisti, pendolari e studenti fuori sede, che raggiungono Venezia la mattina e la abbandonano la sera. Anche la terraferma, che poteva contare su un buon afflusso di immigrati per “rimpinguare” le file degli abitanti ormai non tiene più il passo. Le conseguenze di questa tendenza negativa sono note a tutti: nel centro storico spariscono progressivamente tutti i negozi di vicinato, dal panificio al “fruttariol”, passando per librerie, artigiani, cartolerie e ferramenta. E, purtroppo, lo squilibrio tra il tasso di nascita e quello di morte resta a favore del secondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento