rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Cavallino-Treporti

Venezia cede a Cavallino-Treporti dopo 12 anni ecco i 780mila euro

Il contenzioso tra le due amministrazioni sembra essersi risolto a favore del comune del litorale, ora però serve il pagamento dalla cassa di Ca' Farsetti

Dopo un lungo contenzioso che dura da 12 anni, il Comune di Venezia ha riconosciuto quota parte dell’avanzo di amministrazione del 1998 al Comune di Cavallino Treporti. Un primo segnale importante dopo una estenuante attesa, che per il Comune litoraneo ha un significato storico di grande rilievo. Dopo numerose sentenze favorevoli ai vari livelli giurisdizionali per Cavallino Treporti, Ca’ Farsetti salda, dunque, parte del debito scaturito dalla divisione territoriale con il comune litoraneo e versa nelle casse di Cavallino Treporti lo 6,82% dell’avanzo di amministrazione del 1998. La percentuale del 6,82% per la ripartizione dei beni è stata stabilita con delibera provinciale del 2001 e deriva dalla media matematica tra popolazione residente e superficie del litorale.

I COMMENTI - “È un primo passo che vede riconosciuti al nostro comune circa 780mila euro derivanti dalla percentuale dell’avanzo di amministrazione del 1998. Per vederci riconoscere gli interessi e le quote di partecipazione delle società pubbliche e della quota parte del patrimonio complessivo del Comune di Venezia, bisogna però attendere ancora – spiega il sindaco Claudio Orazio - Per vincolare Venezia a pagare il debito il Consiglio di Stato si pronuncerà sulla nostra richiesta per la nomina di un commissario ad acta. Nel frattempo a noi spetta la decisione su come impiegare le nuove risorse a disposizione”. Ora l’amministrazione dovrà concentrarsi sull’impiego di questa sostanziosa nuova entrata, che per il Comune di Cavallino Treporti assume anche un altro significato. Di fatto può considerarsi vincitore della partita-patrimoniale.

PER LA SCUOLA - “L’idea è quella di destinare queste risorse allo start up di un progetto di trasformazione dell’ex scuola Manin, dismessa da tempo – continua il sindaco Claudio Orazio - Potrebbe diventare un centro di documentazione di Cavallino Treporti, una sorta di “capsula del tempo” per rivivere il nostro territorio e la sua trasformazione. Una storia da raccontare attraverso foto, documenti, progetti; percorso che intendiamo realizzare con la compartecipazione dei residenti, delle persone che hanno vissuto questi cambiamenti e lo sviluppo turistico-economico del nostro Comune”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia cede a Cavallino-Treporti dopo 12 anni ecco i 780mila euro

VeneziaToday è in caricamento