menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La consegna delle rampe alla città

La consegna delle rampe alla città

Rampe maratona, si riaccende il dibattito: Venezia è accessibile?

Le strutture su tredici ponti del centro storico rimarranno fino a marzo. L'assessore Maggioni: "Il 70% del centro storico è raggiungibile"

Per il nono anno consecutivo le rampe sopra ai 13 ponti lungo il percorso della Venice Marathon non verranno smantellate dopo qualche giorno, ma rimarranno almeno fino al 10 marzo, grazie al progetto “A Venezia le barriere si superano di corsa”, realizzato dal Comune con il Venice Marathon Club. E per la seconda volta, con l'iniziativa “Venice Art for All”, promossa dal Comune assieme alla Guggenheim Collection e alle Fondazioni Pinault - Punta della Dogana e Vedova, l'area di Dorsoduro compresa tra il ponte dell'Accademia e la Salute rimarrà attrezzata fino alla metà di giugno.

La simbolica “consegna” delle rampe alla città è stata presentata mercoledì dall'assessore comunale ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni, e dal presidente di Venice Marathon, Piero Rosa Salva. “Il tema dell'accessibilità – ha sottolineato Maggioni – è al centro dell'azione che stiamo portando avanti con gli uffici tecnici e con il delegato Pino Toso, e grazie alla collaborazione con la Soprintendenza, perché siamo convinti che si tratti del miglior biglietto da visita per i residenti e per i fruitori della città. Certo Venezia non è facile e, ci tengo a precisarlo, non arriveremo mai a rendere accessibile ogni singolo ponte o scalino, perché sarebbe impossibile farlo. Noi siamo invece per gli obiettivi possibili ed è questi che stiamo raggiungendo, dato che ormai oltre il 70% del centro storico è accessibile”.

L'assessore non ha nascosto che c'è ancora molto lavoro da fare, ma ha anche specificato che l'azione dell'assessorato va in due direzioni parallele: da un lato sta puntando a realizzare rampe definitive su alcuni ponti strategici, in base a progetti di diversa natura; dall'altro sta lavorando per migliorare le rampe provvisorie, tanto che, in questi mesi, verrà organizzato, assieme alla Soprintendenza e all'Ied, un laboratorio di design sul tema. “Il nostro punto d'arrivo – ha ribadito Maggioni – è che, sui ponti della Venice Marathon, si arrivino a collocare delle rampe definitive, ma, sia ben chiaro, non è che quelle provvisorie, pur abbellite, possono rimanere per tutto l'anno”. Sabato 26, a partire dalle ore 11.30, il ponte provvisorio tra Punta della Dogana e i Giardinetti reali rimarrà aperto al pubblico per l'intera giornata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento