Cronaca

Venicemarathon, 115 mila euro i fondi raccolti "correndo" per salute e solidarietà

Divertirsi, essere in forma e star bene ma anche pensare a chi ha bisogno, una maratona "fatta da persone con grande passione e sensibilità, capaci di invogliare attraverso lo sport"

"Venicemarathon è una maratona fatta da persone con grande passione e sensibilità, capaci ogni anno di invogliare la gente a fare del bene attraverso la corsa", scrive Alex Zanardi, paraciclista e conduttore televisivo. Si corre per divertimento, per essere in forma, per socializzare ma anche per solidarietà, specie se il risultato è quello conseguito da Venicemarathon, con il "Charity Program 2016", legato alla 31esima edizione della maratona di Venezia, che ha raccolto ben 85.407 euro.

A questi si aggiungono 29.000 euro raccolti durante le tre "Family Run", le tre corse non competitive promozionali che si sono svolte a San Donà, Riviera del Brenta e Mestre, che saranno destinati allattività didattica delle scuole che hanno partecipato (17.000 euro circa) e a favore dell'associazione Alex Zanardi Bimbingamba (12.000 euro circa) per la realizzazione di protesi a bambini che hanno subìto amputazioni e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria.

Con questi buoni risultati si chiude il bilancio della solidarietà 2016 del Venicemarathon Club: due traguardi di grande valore che dimostrano da un lato come il principio del fundraising attraverso "Rete del Dono" sia una formula che funziona, e dallaltro che le corse per le famiglie e gli studenti rappresentano non solo un importante veicolo di promozione sportiva per i giovani, ma anche un efficace strumento per raccogliere fondi.

"Siamo ancora una volta molto soddisfatti" - commenta il presidente del Venicemarathon Club, Piero Rosa Salva - Venicemarathon ha creduto sin dallinizio nei progetti solidali. Per noi la maratona non è solo un grande evento per far correre le persone, ma soprattutto un contenitore di valori e messaggi positivi e che aiutano il prossimo. Siamo orgogliosi di quanto fatto, e continueremo ad impegnarci sempre di più per la solidarietà".

Soddisfazione anche per Alex Zanardi, testimonial del Charity Program dal 2014 e sempre presente e attivo con la sua associazione: "Chi aiuta Bimbingamba dona il sorriso ad un bambino meno fortunato e questo è per me il vero valore della solidarietà. Venicemarathon è una maratona fatta da persone con grande passione ed enorme sensibilità, capaci ogni anno di invogliare la gente a fare del bene attraverso la corsa. Come testimonial di questo progetto, da un lato faccio i complimenti agli organizzatori per il grande impegno che ogni anno mettono in questa maratona di solidarietà. Dall'altra, ringrazio di cuore le famiglie e gli studenti che hanno corso le Family Run aiutando Bimbingamba e gli amici di Friends Running che hanno costruito uno splendido team di persone che ha corso e raccolto fondi per noi".

Tornando al Charity Program, le onlus che hanno aderito al progetto hanno ricevuto in totale ben 1.186 donazioni realizzate online su Rete del dono. Sempre più forte è limpegno del Rotary International Distretto 2060 verso la eliminazione definitiva della poliomielite a livello globale. "Per il terzo anno consecutivo abbiamo partecipato al Charity Program e corso per il programma Run to End Polio - ha dichiarato il coordinatore generale Luca Baldan - realizzando un risultato che ci permette di guardare con ottimismo agli appuntamenti dei prossimi anni".

Il progetto "SMArt di Famiglie Sma" ha lo scopo di creare un servizio multidisciplinare di accoglienza radicato nel territorio dedicato a migliorare lassistenza ai pazienti affetti da atrofia muscolare spinale (SMA). "Partecipando alla Venicemarathon, Famiglie SMA ha scoperto il bello di contribuire a una buona causa da protagonista, in modo proattivo e responsabile", queste le parole di Alessandro Fanton.

Per la Fondazione Salus Pueri i fondi raccolti permetteranno invece di acquistare due componenti fondamentali per il rinnovo del laboratorio di simulazione pediatrica del pronto soccorso di Padova. "La partecipazione al Charity Program della Venicemarathon è stata una bellissima esperienza - ha dichiarato Michele Veronesi - abbiamo avuto la possibilità di allargare la nostra rete di sostenitori, far conoscere il nostro progetto in modo efficace e innovativo e infine raggiungere e superare l'obiettivo che ci eravamo prefissati a inizio campagna che era di raccogliere 5000 euro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venicemarathon, 115 mila euro i fondi raccolti "correndo" per salute e solidarietà

VeneziaToday è in caricamento