menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stangata ai furbi della differenziata Più 24 per cento di multe nel 2014

Aumentata notevolmente l'attività degli ispettori ambientali nel Comune di Venezia: l'anno scorso hanno assegnato 1.274 contravvenzioni da 167 euro

C'è chi conferisce i rifiuti nei cassonetti sbagliati, chi li abbandona fuori dal proprio territorio, chi non differenzia e poi viene "smascherato" dagli addetti alla raccolta porta a porta. Fatto sta che le sanzioni assegnate dagli ispettori ambientali di Veritas nel Comune di Venezia nel corse del 2014 sono state particolarmente numerose.

Gli operatori ne hanno elevate 1.274, in media 3,5 al giorno, del valore di 167 euro. In particolare sono staccate 375 multe nel centro storico di Venezia e isole, 727 a Mestre e 172 a Marghera, a utenti che non rispettavano le regole sul corretto conferimento e sulla differenziazione dei rifiuti: rispetto al 2013, un aumento del 24 per cento. 3.684 sono stati i rilievi in tutto il territorio comunale, con 1.248 informazioni ai cittadini, principalmente sulle modalità di differenziazione dei rifiuti e sugli orari e le regole del conferimento.

Inoltre sono stati multati 79 cittadini residenti in altri Comuni, sorpresi (o identificati dopo successive indagini) ad abbandonare rifiuti nel territorio veneziano.
Gli ispettori di Veritas sono anche intervenuti in 145 occasioni su indicazione di residenti che hanno segnalato comportamenti irrispettosi e non conformi alle normative.

Dall’inizio dell’anno il numero di ispettori Veritas è cresciuto da 14 a 18: i controlli promettono quindi di essere ancora più efficaci, in funzione anche di notte e nei giorni festivi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento