menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Thetis non vuole ritirare i licenziamenti. Filctem Cgil: "Atteggiamento dannoso e inutile"

Lunedì tavolo fra i rappresentanti della compagnia, quelli dei lavoratori e il sindacato. "Se fossero a disposizione gli 8 milioni di crediti che la ditta avanza dal Cvn, il rilancio sarebbe assicurato"

"L'atteggiamento di Thetis nei confronti dei lavoratori non è cambiato, il gruppo non vuole ritirare i 45 licenziamenti annunciati". A dichiararlo è il sindacato Filctem Cgil. E' una situazione di stallo quella che si registra al termine del vertice fra rappresentanti aziendali, previsto dalla procedura di mobilità, e quelli dei lavoratori, lunedì.

Un arroccamento sulle rispettive posizioni che al momento non fa avanzare la vertenza di un millimetro. Ma la Cgil in proposito non ha dubbi: "La posizione del gruppo è inspiegabile. Ricordiamo che se fossero a disposizione i quasi 8 milioni di crediti avanzati dal Consorzio Venezia Nuova, la riorganizzazione di Thetis sarebbe assicurata con lo stesso perimetro occupazionale di oggi. Ci sarebbero i soldi per sviluppare nuovi progetti, partecipare alle gare per l’adeguamento di software e hardware e per l'aggiornamento professionale."

Sottolinea il sindacato dei chimici: "Questi licenziamenti sono inutili e non favoriscono una serena discussione per costruire un piano di industriale di rilancio. Abbiamo richiamato l’attenzione sulle consulenze che il Consorzio Venezia Nuova affida a ditte esterne anziché far lavorare un’azienda di sua proprietà: Thetis. Anche questo è decisamente una contraddizione rispetto ai 45 licenziamenti sul tavolo - e annuncia - nei prossimi giorni continueranno i volantinaggi, in attesa del tavolo di crisi Regionale del prossimo 25 luglio, nel quale finalmente saranno presenti tutti i principali protagonisti della vicenda legata a questa società".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento