menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La vetrata del '400 perde i pezzi Non ci sono soldi per restaurarla

Venezia, il dipinto di Bartolomeo Vivarini sulla vetrata della chiesa dei Santi Giovanni e Paolo sprofonda nel degrado. Il restauro costa troppo

Quella splendida e pregiatissima vetrata quattrocentesca si sta sgretolando piano piano, ma i soldi per il restauro non ci sono. E così il dipinto di Bartolomeo Vivarini sulla vetrata della chiesa veneziana dei Santissimi Giovanni e Paolo rischia davvero di cadere a pezzi. Come racconta Il Gazzettino, si tratta di un’opera unica al mondo ma restaurarla costa troppa. E dunque rimane così. L’ultimo tassello si è staccato un mese fa, e i primi ad accorgersene hanno pensato si trattasse di una pallonata o di un atto vandalico. Niente di tutto questo, è semplicemente il tempo che passa.

L’opera, alta ben 15 metri, già soffriva di buchi e infiltrazioni, ora continua lentamente ed inevitabilmente a degradarsi. Sistemare l’intera vetrata avrebbe un costo di circa 300mila euro, ma ne il Comune ne la Soprintendenza ai Beni Architettonici possono permettersi di investire una cifra simile.

Tra gli addetti ai lavori il problema è noto, già tre anni fa il dipinto era stato al centro di un convegno in cui molti cittadini avevano cercato soluzioni per evitarne il disgregamento, ma per ora il restauro resta un miraggio. L’unica soluzione adottata è stata quella del “tamponamento”: le parti più danneggiate sono conservate in deposito in attesa di reperire i fondi necessari al restauro, ma la parte in chiesa continua a cadere a pezzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento