Cronaca

«Piazze chiuse al traffico per rendere Noale un grande locale a cielo aperto»

La proposta è del presidente della Pro Loco Enrico Scotton. L'idea prevede la chiusura dal giovedì alla domenica sera, con musica, spettacoli e visite guidate

Piazze XX Settembre e Castello a Noale senza automobili. Sogno o possibilità? L'emergenza sanitaria in corso ha acceso ancor di più i riflettori sulla realtà del commercio locale già pesantemente svantaggiato dalla grande distribuzione e dal commercio online. Di fronte all'ennesimo duro colpo, stavolta causato dall'epidemia che ha stravolto la vita degli italiani, si è assistito ad un risveglio della categoria che ha trovato anche un certo sostegno tra la gente. In questo senso procede la proposta del presidente della Pro Loco di Noale Enrico Scotton, per dar man forte alla ripresa di locali e negozi di vicinato.

Piazze chiuse da giovedì a domenica

Per Scotton, che già aveva sperimentato la chiusura delle piazze all'epoca della giunta Zalunardo, quando era vicesindaco con delega agli eventi, si potrebbe fare un tentativo concreto già dalla prossima estate. Piazze chiuse dal giovedì alla domenica sera, una sorta di grande locale a cielo aperto animato da musica, spettacoli e visite guidate. In periodo di emergenza sanitaria sarebbe necessario, oltre al rispetto delle norme di sicurezza, prevedere un sistema di prenotazioni per evitare assembramenti. Il progetto secondo il presidente della Pro Loco noalese potrebbe trovare d'accordo tutte le parti in causa: Comune, associazioni, categorie e artisti locali.

«Il mondo è cambiato - ha commentato Scotton. - Non si potrà per lungo tempo viaggiare. Avremo l’occasione di riscoprire l’Italia e i nostri paesi, ricchi di storia, cultura e tradizione. Ai commercianti ed esercenti puoi chiedere il sacrificio di rinunciare per tre giorni la settimana ad avere le auto in piazza se in cambio proponi un progetto per valorizzare le nostre piazze che sono dei veri e propri gioielli. In Comune si stanno già facendo i conti, - ha continuato - per capire quanto peserebbe sul bilancio la minore entrate dei plateatici. A Noale i parcheggi non mancano e sono a pochi passi dalle piazze. È un sogno? Forse, ma sognare non è vietato, neanche in tempi di coronavirus».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Piazze chiuse al traffico per rendere Noale un grande locale a cielo aperto»

VeneziaToday è in caricamento