Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Jesolo / Via Bafile

Via Bafile, stop alla circolazione dei risciò

L'ordinanza firmata dal sindaco di Jesolo vieta la circolazione di risciò e veicoli simili dotati di tre o più ruote lungo la ciclabile

Arriva lo stop alla circolazione di risciò e veicoli simili dotati di tre o più ruote lungo la ciclabile del Lido di Jesolo realizzata sulle vie Bafile, Trentin, Foscolo, Verdi e dei Mille e sulle fasce centrali delle piazze Mazzini, Aurora, Marina e Nember. Il provvedimento è stato firmato il 31 luglio e sarà in vigore da metà di questa settimana.

Questa misura prende atto dell’istruttoria tecnica avviata dagli uffici su indirizzo del Consiglio di Stato, che nei mesi scorsi ha emesso una sentenza di annullamento della precedente disposizione di divieto emanata dal Comune nel 2019, invitando l’ente a verificare le condizioni di sicurezza per il transito lungo la ciclabile di velocipedi e tre o più ruote. Dall’esito degli accertamenti è emerso un dimensionamento della pista, soprattutto in larghezza, che non consente l’incrocio o l’affiancamento sicuro dei veicoli in questione, se non invadendo la sede stradale che durante le ore serali estive diventa zona a traffico limitato con notevole presenza di pedoni.

L’amministrazione ha quindi provveduto ad adottare la nuova ordinanza che consente la circolazione sulla ciclabile del viale principale del Lido, dei soli velocipedi a due ruote, vietandola a quelli con tre o più ruote che viene indicata da appositi pannelli integrativi in fase di installazione da parte della società Jesolo Patrimonio. Resterà invece consentito il transito ai veicoli speciali dotati di tre o più ruote a servizio dei portatori di handicap che dispongono dell’apposito contrassegno.

«Questo provvedimento dà risposta alle preoccupazioni di cittadini, attività e ospiti giunte all’amministrazione in questi anni e negli ultimi mesi e alle numerose segnalazioni di episodi che hanno acceso il tema della sicurezza della circolazione dei veicoli con più di due ruote - è il commento all’ordinanza del sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Questo è un tema che è stato ampiamente discusso e a cui ora diamo soluzione con una misura che trova fondamento su accertamenti tecnici approfonditi da parte degli uffici come suggerito dal Consiglio di Stato. È chiaro che nel prossimo futuro dovrà essere riproposta una riflessione sulla viabilità di via Bafile, assieme alle associazioni che ponga le basi per una soluzione strutturale complessiva»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Bafile, stop alla circolazione dei risciò

VeneziaToday è in caricamento