Cronaca Marghera

Gli mostra un video falso mentre si masturba: "Soldi o lo metto in Rete"

Tentativo di estorsione ieri sera ai danni di un 24enne di Marghera. La vittima è stata contattata tramite Facebook da una persona che gli ha chiesto 500 euro per ritirare il filmato a luci rosse

La schermata iniziale di Facebook

Sembrava un'amicizia "innocua". Una delle migliaia che si possono allacciare attraverso Facebook, specie per chi è impegnato nel settore musicale. Che quindi di gente ne conosce tanta e di appassionati del suo genere pure. Stavolta, però, la storia sembra essere molto diversa. In ballo, infatti, c'è un video "hard" (con fotomontaggio) in cui si vedrebbe il malcapitato mentre nudo pratica autoerotismo davanti al computer. Un filmato compromettente, anche se falso, che avrebbe potuto distruggere la reputazione di chiunque.

I fatti. Lunedì sera un 24enne di Marghera viene raggiunto sul social network da una richiesta di amicizia da parte di un ragazzo con nome e cognome straniero. Foto del profilo la bandiera dell'Etiopia, "patria" per alcuni, oltre alla Giamaica, dei ritmi in levare. Il giovane non ci pensa su due volte e dà il via libera. Passano pochi minuti e via chat lo straniero contatta il malcapitato, scrivendo in inglese. Complimenti e convenevoli. Finché a un certo punto "l'etiope" invia un link: "Aprilo - chiede - Sono io che suono. Dimmi che ne pensi". A quel punto, al posto di un filmato amatoriale di un concerto, sul monitor del computer si visualizza un altro tipo di video amatoriale, molto più "hard".

"Sembravo io - spiega il giovane di Marghera - sono rimasto choccato. Non so come abbia fatto a confezionare il video". Immagini osé. Dopodiché arriva la richiesta di denaro: "Sappi che ho preso tutti i tuoi contatti di Facebook e ho inviato loro il link al file. Dammi 500 euro, altrimenti metto tutto in rete". Il giovane chiede subito chi fosse il malintenzionato, senza ottenere risposta. Il ricatto continua per altri minuti, finché il 24enne decide di troncare la conversazione ed eliminare il nuovo "amico" da Facebook. Per ora non sarebbero stati segnalati "avvistamenti" del video, e su Youtube il filmato risulterebbe "cancellato dall'utente".


Le estorsioni si spostano sempre più sul web, dove "corrono veloci". Stavolta, però, sembrerebbe non essere andata a buon fine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli mostra un video falso mentre si masturba: "Soldi o lo metto in Rete"

VeneziaToday è in caricamento