Incendio a Cannaregio, palazzina devastata: nessun segno di dolo

Struttura fortemente pericolante. Mercoledì accertamenti dei pompieri per tutto il giorno. Solaio crollato, danni pesanti anche per l'altro edificio

Serve muoversi ancora con grande cautela, perché le conseguenze dell'incendio che ha tenuto in scacco fondamenta de la Senza per gran parte della giornata di martedì sono state devastanti. Il solaio è crollato e il pavimento del piano sottostante è fortemente pericolante, anche a causa della massa di detriti che si è accumulata a causa del rogo, dell'altezza di un metro. Dunque è impossibile per i vigili del fuoco effettuare qualsiasi operazione senza prima "puntellare" tutto dal basso.

TUTTI I DETTAGLI SULL'INCENDIO

Sono continuati per quasi tutto il giorno mercoledì gli accertamenti del nucleo di polizia giudiziaria dei pompieri, per cercare di capire quale sia stata la causa scatenante del rogo. Per ora l'ipotesi considerata più probabile è che alla base del disastro possa esserci stato un cortocircuito causato da un sovraccarico elettrico. Nessun segno di dolo e nemmeno di incidenti. Insomma, quella scintilla fatale scattata dal secondo piano della palazzina, dove abita una 49enne rimasta scioccata per quanto accaduto al pari della madre, sarebbe scattata da un possibile cortocircuito o guasto. Di più per ora è impossibile stabilire, visto che la mole di materiale raccolto che dovrà essere analizzato è molto ingente. Anche in virtù del fatto che le due proprietarie dopo la fuga all'esterno non ricordavano nulla dell'accaduto.

LE FIAMME E I SOCCORSI - VIDEO

Inevitabile che l'edificio rimanga ancora inagibile, e lo sarà per diverso tempo: l'acqua utilizzata per spegnere l'incendio (anche dall'altro con l'aiuto di un elicottero) ha comunque causato danni anche agli altri piani della palazzina, mentre serve essere cauti per quanto riguarda l'altro edificio intaccato dal rogo. Le travature in legno sono sorvegliate speciali, perché potrebbero essere accese da qualche "bronsa" nascosta anche a distanza di diverso tempo. Dieci le persone evacuate, mentre sono cinque le abitazioni sfollate. Nelle prossime ore quindi continueranno gli accertamenti piano per piano e stanza per stanza, soprattutto per evitare la necessità di un ulteriore intervento. Nella serata di martedì, infatti, quando ormai l'incendio era stato spento da ore, sulla fondamenta c'era ancora diverso fumo.

L'INTERVENTO DELL'ELICOTTERO - VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Elezioni 2020, a Portogruaro sarà ballottaggio tra Santandrea e Favero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento