Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Recuperata l'edicola alle Zattere spazzata via il 12 novembre | FOTO e VIDEO

Era stata scaraventata nel canale della Giudecca lo scorso 12 novembre. Rintracciata dai sommozzatori dei vigili del fuoco nei giorni successivi, questa mattina sono cominciate le operazioni per il suo recupero

 

Sono cominciate questa mattina e terminate poco prima di mezzogirono le procedure di recupero della storica edicola alle Zattere che con il maltempo del 12 novembre scorso era stata spazzata via, scaraventata nel canale della Giudecca. Nei giorni successivi al fortunale, i sommozzatori l'avevano individuata a 7 metri di profondità, di fronte alla chiesa dei Gesuati. Le operazioni di recupero, necessarie poiché l'edicola costituiva un serio problema alla navigazione, sono state effettuate con la collaborazione dei vigili del fuoco.

Ci sono volute otto ore e numerose immersioni per recuperare la struttura di acciaio inox marino, del peso di sei quintali, carica di riviste e giornali, due frigobar e materiale vario. Le operazioni sono iniziate questa mattina alle 7 quando il nucleo subacqueo dei vigili del fuoco di Venezia ha iniziato a delimitare l'area in cui nei giorni scorsi era stato rinvenuto il chiosco. Sul posto anche il pontone dei Lavori pubblici del comune di Venezia, imbarcazioni della capitaneria di porto e polizia locale. Per tutta la durata dell'intervento i mezzi di trasporto pubblico hanno continuato a funzionare regolarmente senza alcuna sospensione del servizio.

I sommozzatori hanno imbracato in più punti il chiosco issato da un pontone di circa 36 metri per 10, messo a disposizione del Comune. Con il coordinamento degli uffici tecnici ha agito su indicazione del team dei pompieri. Racconta Alessandro Scarpa, responsabile dell'operazione per i vigili del fuoco: «La fase più difficile è stata quella di far passare le fasce di sollevamento sotto la struttura, che era la parte più solida e avrebbe consentito l'imbracatura e il recupero dell'edicola. All'inizio infatti si è verificata la rottura della copertura: abbiamo dovuto riadagiare il chiosco sul fondo e riagganciarlo». Lentamente l'edicola è riemersa: il tetto è divelto, il puntale decorativo inclinato, le saracinesche rotte, ma la struttura si può recuperare. Molto emozionato Walter Mutti, proprietario da 23 anni dell'edicola, che ha seguito passo passo le fasi dell'intervento. “E' stata dura – dice con gli occhi che brillano - un lavoraccio. Ringrazio tutte le persone che mi hanno aiutato».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento