rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Lido

Di mattina al Lido, la sera a Eraclea: vigile nei guai per doppio incarico

Un ispettore direttivo alle dipendenze di Ca' Farsetti aveva dichiarato al Comune della località del litorale di essere disoccupato. La busta paga "incriminata" trovata nello spogliatoio "sbagliato"

Di mattina al Lido, di sera a Eraclea. Non per divertimento, ma per lavoro. Anzi, per doppio lavoro. Un comportamento illegale, specie per chi le regole "per lavoro" (appunto) sarebbe deputato a farle rispettare. Il Comando della polizia locale di Venezia ha avviato un procedimento disciplinare nei confronti di un ispettore direttivo alle dipendenze di Ca' Farsetti, quindi con un incarico anche di un certo livello. Il motivo del procedimento? In orario notturno e nei weekend avrebbe prestato lo stesso servizio a Eraclea, avendo dichiarato all'amministrazione comunale della località del litorale di essere senza lavoro.

Nel periodo estivo i paesi balneari spesso cercano "rinforzi", così capita che disoccupati riescano a trovare il modo di ricevere uno stipendio. Lui poteva sembrare uno di questi, anche se durante i weekend smontava a mezzanotte per poi la mattina seguente essere regolarmente al lavoro a Venezia.

I problemi per lui - come riporta Il Gazzettino - sono nati quando si sarebbe dimenticato una busta paga del Comune di Eraclea nello spogliatoio. Un collega si è accorto del documento, facendo scattare la segnalazione. Si trattava del pagamento di un periodo di venti giorni di lavoro nella località marittima, a giugno.


Inevitabile il procedimento disciplinare per il vigile, che a Venezia potrebbe perdere il posto di lavoro, e una possibile denuncia penale per false dichiarazioni all'amministrazione locale di Eraclea. I controlli di questo tipo per legge vengono effettuati a campione, quindi fino ad ora nessuno si era accorto di nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di mattina al Lido, la sera a Eraclea: vigile nei guai per doppio incarico

VeneziaToday è in caricamento