Comune vuole venderla: cittadini "combattono" per villa Hériot

Domenica, protesta, ai giardini del complesso della Giudecca a Venezia, contro la decisione di rendere parte della struttura bene alienabile

La protesta a villa Hériot (fonte Facebook)

Cittadini compatti a villa Hériot, domenica, per chiedere a gran voce che il complesso della Giudecca non venga venduto. Dopo il consiglio comunale del 28 novembre, i veneziani tornano a farsi sentire, perché quello spazio, sede dell'Università Internazionale dell'Arte, della palestra della scuola materna San Francesco, dell'istituto veneziano di Storia della Resistenza e delle associazioni della Casa della Memoria, resti pubblico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La questione riguarda l'inserimento di parte della villa all'interno della lista dei beni alienabili da parte del Comune di Venezia nel 2014. Si tratta della porzione attualmente sede dell'Università Internazionale dell'Arte, che, valutata 10 milioni di euro, porterebbe introiti utili a non sforare il patto di stabilità. Domenica, alla villa, la cittadinanza si è riunita per ribadire il secco "no" alla vendita del villa Hériot.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Coldiretti Venezia: si raccolgono adesioni per il lavoro in campagna

  • Bollettino serale, registrati tre decessi in provincia

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento