menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le proteste a Marghera (Archivio)

Le proteste a Marghera (Archivio)

Ennesima fumata nera per la Vinyls di Marghera da parte di Roma

Per i sindacati l'incontro è stato "inutile e inconcludente", non serve a nulla "cambiare imprenditori come i calzini se poi è sempre uguale"

Ancora una fumata nera per la Vinyls di Marghera. Il vertice convocato martedì a Roma al ministero dello Sviluppo Economico sembra essersi rivelato interlocutorio per il futuro dell'azienda, il futuro rimane per ora legato all'ipotesi del fallimento che il tribunale veneziano potrebbe decretare nell"udienza fissata il 27 giugno. A Roma, da quanto affermano fonti sindacali, non c'é stata nessuna presa d'atto sulle possibilità di acquisizione dell'industria, tanto da fare affermare al segretario generale veneziano della Femca Cisl che l'incontro è stato "inutile e inconcludente''.

"Non è arrivata nessuna risposta - ha sottolineato Massimo Meneghetti - rispetto alle cose chieste a cominciare dalla necessità di andare verso un esercizio provvisorio e un altro anno di cassa integrazione". Un concetto ripreso anche dal sindaco di Venezia Giorgio Orsoni secondo il quale "il fallimento può essere accompagnato dall'esercizio provvisorio. Con i commissari dobbiamo lavorare per questa soluzione". Assenti all'incontro romano i due interlocutori industriali interessati alla Vinyls, l'Oleificio medio Piave (Omp) e il gruppo chimico piemontese Mossi & Ghisolfi (M&G). Secondo il ministro Flavio Zanonato "non è possibile attendere oltre; è necessario capire presto se possono assumere i lavoratori". In chiusura del vertice il direttore generale del ministero, Andrea Bianchi ha annunciato la riconvocazione del tavolo con le imprese. "Si continua a cambiare imprenditori come calzini - ha spiegato ancora Meneghetti - e l'esercizio provvisorio sembra allontanarsi come gli ammortizzatori sociali utili a garantire il reddito ai lavoratori e per legarli a una soluzione di tipo industriale. Dal Ministro Zanonato ci aspettavamo di più; quella di oggi è stata una vera delusione".

(ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento