Cronaca Cannaregio

Tenta di violentare una turista nell'androne di un palazzo a Venezia: giovane viene arrestato

E' successo la notte di Capodanno a Cannaregio. Un 25enne marocchino fermato e portato in carcere. Vittima una tedesca di 42 anni. Provvidenziale l'intervento di un residente

Tenta di violentarla nell'androne del palazzo. E' stato grazie a un residente se l'abuso non è stato consumato e l'aggressore è finito in manette. Si tratta di un 25enne di nazionalità marocchina irregolare sul territorio nazionale sottoposto a fermo dalla polizia con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una turista tedesca di 42 anni.

Tutto inizia quando oramai la mezzanotte era scoccata da qualche ora, a Cannaregio. Una donna ritorna nell'alloggio in cui sta trascorrendo delle vacanze in città. A un certo punto viene avvicinata dal 25enne, che cerca un approccio. Naturalmente la donna cerca di allontanarsi e non dà corda al giovane, il quale però si fa sempre più minaccioso. Alla fine spinge la 42enne nel pianerottolo del palazzo e la scaraventa a terra. Il suo intento, secondo una nota della questura, appare inequivocabile. Solo il ritorno a casa del residente manda all'aria i piani dell'aggressore: il veneziano tenta di aprire il portone ma non ci riesce. C'è qualcosa che lo blocca. Ci mette più forza e riesce ad aprirsi lo spazio per inserire il braccio e accendere la luce.

E' a quel punto che vede il 25enne sopra la donna. Quest'ultimo tenta di ricomporsi e scappa per le scale dell'edificio, che ospita la struttura ricettiva in cui la vittima alloggia. Lei appare sotto shock. Alle 4.30 di domenica arriva la segnalazione da parte del residente alla questura. Lì era appena accaduto qualcosa di grave. Sul posto si portano i poliziotti e un'ambulanza del 118. I sanitari soccorrono la 42enne, molto spaventata ma per fortuna alle prese con traumi non gravi.

Nel frattempo gli agenti passano al setaccio l'edificio, bloccando l'uscita e verificando che non ci siano fughe alternative. Individuano l'aggressore nascosto nel buio dietro un muro di cinta all'ultimo piano. Dopodiché lo portano in questura per accertamenti: si scopre che è irregolare e che ha precedenti penali per reati di danneggiamento, invasione di terreni ed edifici, false attestazioni a pubblico ufficiale, ricettazione e spaccio di sostanze stupefacenti. Alla fine il 25enne è stato portato in carcere a Santa Maria Maggiore, sottoposto a fermo e a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di violentare una turista nell'androne di un palazzo a Venezia: giovane viene arrestato

VeneziaToday è in caricamento