Cronaca

Violenza su una 15enne in spiaggia: un colpevole condannato, l'altro messo in prova

Si è concluso il processo nei confronti dei due ragazzi accusati di aver violentato una giovane veneziana a Lignano, la notte di Ferragosto scorso. A incastrarli è stata la prova del Dna

Per uno dei due responsabili 2 anni e 8 mesi di reclusione, per l'altro la messa alla prova, cioè l'avvio di un lungo e articolato percorso di rieducazione che, una volta terminato, garantirà l'estinzione del reato. Si è conclusa così, al tribunale per i minori di Trieste, la vicenda che ebbe origine a Ferragosto dello scorso anno, quando due ragazzi abusarono sessualmente di una quindicenne veneziana in spiaggia a Lignano Sabbiadoro (Udine).

Su richiesta degli imputati – la cui colpevolezza è stata accertata dalla prova del Dna – il processo si è svolto con il rito abbreviato, che prevede lo sconto di pena di un terzo e la rinuncia al dibattimento. Le indagini preliminari erano state svolte dalla squadra mobile di Udine, diretta dalla procura per i minori del tribunale di Trieste. Per tutti e due il ragazzi, una volta individuati, il gip aveva disposto la custodia cautelare in carcere. Per uno dei due recentemente è stata attenuata in custodia in comunità.

La vicenda risale all'agosto 2020. La vittima, originaria di Padova e residente in provincia di Venezia, si trovava in vacanza nella località balneare friulana. Durante la serata era stata avvicinata da alcuni giovani e poi violentata sulla spiaggia. Dopo la denuncia erano partite le indagini, che, grazie anche alle riprese delle telecamere, avevano permesso di identificare i colpevoli.

Fonte: UdineToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza su una 15enne in spiaggia: un colpevole condannato, l'altro messo in prova

VeneziaToday è in caricamento