menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condannato per violenze sessuali alla figlia minorenne, si dà alla macchia: arrestato

L'uomo, un sessantenne di nazionalità tedesca, doveva scontare più di due anni dietro alle sbarre. È stato trovato a San Donà, dove trascorre qualche giorno di vacanza ogni anno

Doppio arresto nella mattinata di martedì. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di San Donà hanno messo le manette ai polsi ad un giovane marocchino, pregiudicato sottoposto ai domiciliari, e a S.J.R., 60enne tedesco, latitante negli ultimi mesi a seguito della condanna a 2 anni e 3 mesi per violenza sessuale aggravata.

PENA AGGRAVATA

Nel primo caso, i carabinieri hanno controllato con costanza l'abitazione di E.M., 26enne con l'obbligo di dimora: in più di una circostanza il pregiudicato risultava fuori dalle quattro mura di casa, ecco perché i militari dell'Arma hanno chiesto ed ottenuto dal tribunale di Sorveglianza l'aggravamento della misura custodiale. Rintracciato nelle prime ore di martedì, il ragazzo è stato condotto nel carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia.

VIOLENZE ALLA FIGLIA

Nel secondo caso, invece, i carabinieri hanno rintracciato in un'abitazione di San Donà un sessantenne di nazionalità tedesca, accusato di aver violentato nel 2013 la figlia allora minorenne. Condannato a oltre due anni di reclusione, l'uomo si era dato alla macchia. È però tornato sul luogo "del reato", finendo nella rete delle forze dell'ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento