Visita del ministro Bonisoli a Venezia: incontra il M5S e prende a cuore i problemi della città

Il neoministro dei Beni culturali è stato invitato in laguna dal presidente della Biennale Baratta, poi l'incontro con il Movimento. Messi sul tavolo i problemi della città

Visita a sorpresa in laguna, con promessa. È sbarcato sabato a Venezia il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli, accolto dai rappresentanti veneti del Movimento 5 Stelle. Una improvvisata durante la quale è stato portato in visita alla città dalla senatrice miranese Orietta Vanin, portavoce del Movimento al Senato, nonostante l'invito sia arrivato dal presidente della Biennale Paolo Baratta, che l'ha accompagnato ai Giardini e all'Arsenale, lui fino a poco tempo fa direttore della Naba, Accademia di Belle Arti private di Milano.

L'incontro con i 5 Stelle

Dopo la visita alla Biennale d'architettura e successivamente all'Archivio di Stato, è quindi seguito il summit con i Cinque Stelle. Si è trattata dell'occasione di fare il punto su tutti i problemi della laguna, già noti a Bonisoli, che si è impegnato a tornare a Venezia per seguirli più da vicino, in maniera costante. I problemi emersi sono quelli da tempo sottolineati dal M5S, dal rispetto delle indicazioni imposte dall'Unesco sui flussi turistici alla situazione delle grandi opere.

I temi sul piatto

Come spiegato dal consigliere comunale Davide Scano, c'è stato un confronto sui temi caldi, in primis sulla necessità di garantire una miglior vivibilità in città, dai residenti ai visitatori. Una circostanza che non può non provenire da una migliore gestione dei flussi turistici. Altro tema affrontato, come sottolineato da Scano, è stata anche la svendita dei patrimoni pubblici, con palazzi ormai dismessi  che diventano inesorabilmente alberghi. Al termine dell'incontro, poi, l'arrivederci, con la promessa di rivedersi per il bene della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Il Veneto sarà ancora in area arancione da domani: cosa si può fare e cosa no

Torna su
VeneziaToday è in caricamento