Giovedì, 13 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vite: Veneto alla conquista dei mercati esteri, Venezia al terzo posto per superficie coltivata

La Regione è la prima per export in Italia, con un fatturato di 2 miliardi di euro e 11 milioni di quintali di uva prodotti. Nel Veneziano, nel 2017, aumentano gli ettari dedicati alla produzione della varietà Glera, quella da cui si ricava il prosecco

Venezia, con una produzione di quasi un milione di quintali, è terza dopo Treviso e Verona, con 8700 ettari dedicati alla vite, il 75% a bacca bianca e il 25 a bacca rossa: rispetto al 2016 registra una flessione minima. A parlare sono i dati della Regione Veneto, presentati da Confagricoltura martedì a Mestre. Al terzo posto anche per coltivazione di uva biologica, con quasi 130 mila quintali prodotti, nel 2017. Nello stesso anno sono stati impiantati più di mille nuovi ettari, quasi il triplo rispetto al 2015. Aumentano Glera e Pinot grigio, calano Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Merlot. L’80% della produzione regionale è doc e docg, e in continua espansione è l'export, soprattutto verso il Regno Unito. "Dopo la perdita di mais e della soia  - dice Giulio Rocca, Presidente Confagricoltura Venezia - per la Provincia è un bene per le aziende, perché abbiamo ritrovato un bene remunerativo".

Quaggio ancora alla guida degli agricoltori. In provincia boom della produzione di vino

Si parla di

Video popolari

Vite: Veneto alla conquista dei mercati esteri, Venezia al terzo posto per superficie coltivata

VeneziaToday è in caricamento