In riva degli Schiavoni per chiedere l'apertura dei Musei

Volantinaggio al ponte della Paglia martedì. Il sostegno sindacale: Fp e Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uil Fpl e Uiltrasporti, e quello politico: Lista Casson, Pd e 5 Stelle

La protesta dei lavoratori dei musei

Volantini distribuiti ai passanti al ponte della Paglia, in riva degli Schiavoni a mezzogiorno di oggi, martedì 14 luglio, per informare che i Musei civici di Venezia sono rimasti chiusi. Che i dipendenti, diretti e in appalto (400) percepiscono poche centinaia di euro al mese con il Fondo a integrazione del reddito, e che la luce in fondo al tunnel non si vede. Si sono mobilitati i sindacati Fp e Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uil Fpl e Uiltrasporti assieme agli operatori, e anche la politica con il consigliere comunale Giovanni Pelizzato Lista Casson e la consigliera regionale Erika Baldin 5 Stelle sul posto. Sostegno da Elena La Rocca, consigliera comunale 5 Stelle e Monica Sambo, capogruppo Pd in Consiglio comunale.

Le risorse e il servizio

Tante le richieste d'incontro con il Comune e la Fondazione. Le aperture sono rimaste parziali e concentrate nei fine settimana per alcuni siti culturali come palazzo Ducale, il museo del merletto e quello del vetro. Non ci saranno novità, in base alle informazioni ufficiali, fino a fine luglio. Il turismo non c'è. Venezia è scarica. Il sistema costa ma i Musei civici rimangono un servizio pubblico. I lavoratori volevano un tavolo. «Per il Comune e la Regione vengono prima altre cose: i turisti, il mare, e solo alla fine l’arte - dice La Rocca - Come pensa la giunta di far tornare i turisti se li priviamo della cultura?», chiede. Così si riduce l’immagine di una perla unica al mondo a mera cartolina, afferma la consigliera. «La battaglia dei sindacati va supportata insieme a un piano per il rilancio dell’offerta dei Musei Civici e il rientro al lavoro di tutto il personale per permettere a tutti di godere nuovamente del patrimonio artistico, culturale e scientifico di Venezia. Il governo - ricorda - ha stanziato 50 milioni per i musei, ma il Comune di Venezia non ne sta tenendo conto. Continueremo a protestare», conclude La Rocca. La collega in Regione Erika Baldin punta il dito contro la visione «miope» che porta a trascurare la cultura. «Considerare questo settore come l'ultima ruota del carro è un grave errore strategico perché, al contrario, rappresenta un baluardo della nostra economia, oltre a calpestare la storia e la tradizione della Serenessima come crocevia di culture, genti e tradizioni».

La qualità dell'offerta

«I Musei civici vanno riaperti tutti e con l'orario pieno - spiega Pelizzato -. L'attuale amministrazione (uscente) è riuscita a dare una serie di pessimi segnali con questa politica del contagocce. In primo luogo all'immagine della città, che invece di investire su un'offerta qualitativa alta rivolta proprio a quella fascia di turisti sui quali dovrebbe puntare comunica grettezza e limitatezza d'orizzonti». Anche per il consigliere della Lista Casson i lavoratori vengono demotivati e sviliti, dice. «Ci si dimentica del loro ruolo fondamentale nell'accoglienza». Fra i fruitori dei musei ci sono anche veneziani, per il consigliere, «per loro il messaggio è che si possa sacrificare a piacimento la cultura. Pessimi segnali che non ci stupiscono più: è questa l'idea di città del sindaco uscente, che si tingerà delle più oscure tinte sovraniste della nuova alleanza di destra». Sostegno alle lavoratrici e ai lavoratori della Fondazione Musei di Venezia e di quelli degli appalti anche dalla capogruppo Pd in Consiglio comunale Monica Sambo. «È scandaloso - per la consigliera - che non riaprano tutti i musei e che quelli aperti abbiano orari e giornate ridotte. Venezia deve ripartire dalla cultura, da un turismo consapevole, e dai musei anche per aiutare l’economia della città che sta cercando di rialzarsi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento