rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Volantini contro il patriarca: individuato un uomo grazie alle telecamere

Gli occhi elettronici hanno ripreso un uomo che sta per essere identificato. Le indagini proseguono

Le telecamere lo hanno ripreso mentre affiggeva alcuni dei volantini che sono apparsi in questi giorni a Venezia. Manifesti che contenevano pesanti accuse nei confronti di alcuni sacerdoti di Venezia, con tanto di nomi e cognomi, e verso il patriarca Francesco Moraglia. I carabinieri in poche ore sono riusciti a individuare un uomo che, una volta identificato, verrà sentito.

Lui potrebbe essere una delle persone che tra mercoledì e giovedì hanno affisso i volantini sulla porta della chiesa di San Zulian e nelle vicinanze, in centro storico. «Gettare pesanti accuse sull’operato del nostro patriarca Francesco Moraglia mascherandosi dietro l’anonimato di infamanti volantini appesi selvaggiamente a deturpare la bellezza di Venezia, è uno dei gesti più vigliacchi che si possano compiere», ha detto il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. Nei volantini si parla di omosessualità e di pedofilia e sono presenti anche accuse rivolte al patriarca, che da subito aveva condannato il gesto. 

Venerdì pomeriggio sarà presentata formale denuncia ai carabinieri della compagnia di Venezia da parte della curia e gli investigatori, una volta verbalizzata la querela, trasmetteranno tutto alla procura che, con ogni probabilità, aprirà un'inchiesta. Intanto, i militari hanno acquisito nuove immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza della zona per procedere con l'identificazione di eventuali altre persone coinvolte. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volantini contro il patriarca: individuato un uomo grazie alle telecamere

VeneziaToday è in caricamento