menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Volo cancellato, rientro ritardato e rimborso procrastinato”. La denuncia di un viaggiatore

Una vacanza trasformata in "odissea" è il racconto di un 40enne di Martellago, che al rientro dal soggiorno al mare l'estate scorsa, si è rivolto allo Studio 3A "per ottenere giustizia"

Un rientro dalle tanto attese ferie estive, “amaro”, quello di un 40enne di Martellago, assistito dalla società specializzata nel risarcimento danni, Studio 3A, cui ha affidato la soluzione della propria disavventura. Un viaggio di ritorno da una vacanza al mare divenuto “storia di ordinaria follia”. Prima con “i monitor che segnalano un iniziale ritardo di un’ora e mezza - del volo low cost che avrebbe dovuto riportare a casa lui e la sua compagna - “poi, senza altri avvisi o annunci vocali, con la definitiva cancellazione del viaggio aereo per Venezia”.

“Impossibile - racconta Studio 3A - avere spiegazioni, con una inutile lunga attesa perché al desk c'era un solo operatore a rispondere a centinaia di viaggiatori rimasti ‘in panne’. Finalmente i due veneziani, che a tutt'oggi non conoscono ancora i motivi per i quali quel volo sia stato cassato, riescono a parlare con l'addetto della compagnia, il quale però propone loro una soluzione alternativa impraticabile: prendere un volo per Venezia il 30 giugno, cinque giorni dopo. I due viaggiatori devono rientrare al lavoro, non possono in alcun modo permettersi di allungare la vacanza di quasi una settimana: non resta loro che rivolgersi ad un'altra società per rientrare in Italia al più presto”.

I nuovi biglietti, chiarisce Studio 3A, “sono stati acquistati a spese dei malcapitati, i quali hanno dovuto sostenere anche il costo del viaggio Roma-Venezia, visto che il volo dell’ultimo minuto li avrebbe condotti solo fino alla capitale”.

“Una volta a casa - prosegue lo Studio - la coppia chiede subito il rimborso, compilando l'apposito form sul sito della compagnia ed esibendo tutti i biglietti e le prove del grave disagio patito. Ma riceve solo una generica mail di scuse e la promessa di essere contattati, cosa che però non avverrà mai”.

E’ a questo punto che i danneggiati decidono di rivolgersi a Studio 3A, “la società specializzata nella valutazione delle responsabilità civili e penali, a tutela dei diritti dei cittadini, che si attiva immediatamente con la compagnia chiedendo il ristoro delle spese. La low cost in questione ammette le proprie responsabilità e riconosce il rimborso ai due clienti, ma l'assegno che doveva essere stato emesso a metà ottobre 2016, non arriva a causa di un non meglio precisato disguido, l'ennesimo, e intanto passano altri mesi. Finalmente, il 9 gennaio 2017, pochi giorni fa, è arrivato il bonifico di 382 euro, comprensivo del costo del volo Ibiza-Roma, delle spese aeroportuali sostenute, dei biglietti di treno Roma-Venezia e delle spese legali varie. Peccato che la compagnia nel proprio sito promette rimborsi facili ed entro 20 giorni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento