menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Voucher, l'allarme Coldiretti: "Raccolte frutta e verdura a rischio per i ritardi Inps"

Dopo l'abolizione dei buoni lavoro, sostituiti da strumenti alternativi, le complicazioni burocratiche ancora impediscono alle aziende di utilizzarli per assumere lavoratori stagionali

Si avvicinano i periodi delle raccolte di frutta e verdura e della vendemmia, ma, commenta Coldiretti, "Gli inammissibili ritardi burocratici nello sviluppo della procedura informatica dell’Inps impediscono alle imprese agricole l’accesso agli strumenti che hanno sostituito i voucher, per le assunzioni di lavoratori stagionali".

“Siamo molto preoccupati - afferma il presidente di Coldiretti Venezia, Iacopo Giraldo - in piena stagione orticola, con queste alte temperature, i prodotti stanno accelerando le maturazioni e l’Inps  non consente alle aziedne di poter utilizzare la comunicazione preventiva per un arco temporale di tre giorni, incrementando le difficoltà per le nostre imprese.”

“Non è ammissibile che - continua il direttore Coldiretti Padova, Giovanni Pasquali - ancora una volta sia proprio il settore agricolo ad essere l’unico penalizzato da una burocrazia che prevarica le disposizioni legislative, di fatto bloccandone l’applicazione, chiediamo al presidente dell’Inps di superare immediatamente questo blocco per consentire l’utilizzo delle nuove prestazioni occasionali nel settore in cui sono nate e che anche nel passato non hanno dato luogo agli abusi che si sono verificati altrove”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento