Nuovo volto dello yachting: lusso e cura del cliente per un'esperienza unica a Venezia

Un'industria da 22 miliardi all'anno. Due le divisioni: Acquera Yachting, per i servizi di agenzia ai superyachts a livello globale, e l'esclusivo membership club Acquera Experience

Cambia il mondo dello yachting a Venezia, con un progetto dedicato alla nautica di lusso: addetti alla cura del personale dedicati a ogni cliente e servizi eslusivi per creare un'esperienza unica, in un mercato che vale 22 miliardi di euro annui.

 
Due le divisioni: Acquera Yachting, fornitura di servizi di agenzia ai superyachts e Acquera Experience, esclusivo membership club. Stefano Tositti, ad del gruppo: “E’ davvero entusiasmante essere partiti da un’idea, da un progetto, ed averlo reso concreto con il lancio di Acquera Group. Siamo orgogliosi di partire da Venezia con l’attività di yacht agency, con l’obiettivo di poter continuare a servire i clienti con cui il mio team ha lavorato così a lungo in tutti questi anni.  Il mercato è in crescita e c'è spazio per nuovi player globali, con diversificati ed innovativi approcci al business”.
 

“Acquera”
 

Il progetto mette a disposizione know how e un servizio a misura 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 con persone dedicate, rivolto alle imbarcazioni dai 30 metri di lunghezza in su. Target le quasi 6000 mega imbarcazioni di lusso sparse nel mondo, il cui turismo registra in tasso di crescita annuo del 6,2% l’anno. Amministratore delegato del gruppo, un nome storico nel comparto dello yachting.

Due le divisioni del gruppo

Acquera Yachting, si concentrerà sulla fornitura di servizi di agenzia ai superyachts su scala globale, grazie alla conoscenza e l’esperienza che Stefano Tositti ed il suo team hanno nell’industria. Inizia la sua operatività in Italia partendo da Venezia ed ha già aperto numerosi uffici nei principali porti della nostra costa, incluso le principali isole. Nei prossimi mesi si prevede l’apertura di nuove filiali in alcune aree del Mediterraneo ad integrazione della rete italiana, per poi espandersi anche oltreoceano nei prossimi anni. Oltre a Stefano Tositti,  Caterina Oliviero, manager fondatore del nuovo gruppo ricoprirà il ruolo di direttore commerciale. La Oliviero non è estranea al settore, avendo iniziato la collaborazione con il gruppo Tositti dal 2000 in ambito marittimo, per poi trasferirsi al mondo dello yachting dal 2004. A tal proposito ha dichiarato: "Questa è una sfida incredibilmente eccitante per noi e il nostro team è davvero impaziente di offrire ancora una volta un servizio di alto livello alla nostra clientela".

Acquera Experience 

L’innovativa divisione di Acquera Group nasce dal desiderio di creare qualcosa di unico. È un esclusivo membership club che sarà accessibile ai proprietari di yacht solo su invito. Stefano Tositti aggiunge: “Abbiamo studiato attentamente i settori del lusso e del lifestyle abbinati allo yachting giungendo alla conclusione che, fino ad oggi, nessuno si è davvero focalizzato in questo particolare segmento. Acquera Experience nasce proprio con questo obiettivo: creare esperienze uniche ed indimenticabili per i nostri armatori ed i loro ospiti ".

Il quartier generale è a Londra, ed è prevista l’apertura della prima filiale a New York nel primo semestre del 2018. Le due divisioni di Acquera Group , che hanno il comune denominatore dello yachting, condivideranno sinergie e strutture, supportandosi a vicenda con un unico obiettivo: soddisfare e superare le aspettative del cliente per creare un business di successo a livello globale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento