Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Zahra è in volo per l'Italia: «Triste per quello che mi lascio alle spalle»

L'attivista per i diritti umani, sorella del ristoratore veneziano Hamed, atterrerà in Italia domani alle 11.30

Con 12 aerei e 1500 militari impegnati sta continuando il ponte aereo Kabul-Roma per portare in Italia i collaboratori afghani a rischio ritorsioni talebane e i connazionali rimasti ancora nel Paese. Lo riferisce l'Ansa. Dopo il primo del 16 agosto, un secondo volo è atterrato nel pomeriggio a Fiumicino con 85 persone a bordo. Altre 103 sono in viaggio su due aerei e arriveranno domani. Tra queste anche Zahra Ahmadi, attivista per i diritti umani, sorella di Hamed, ristoratore da anni a Venezia, che nei giorni scorsi aveva lanciato il suo appello alle autorità.

«Mi sento molto felice, - ha fatto sapere Zahra per mezzo del fratello - sto salendo sull'aereo che alle 11.30 di domani mi porterà a Fiumicino. Sono persino riuscita a dormire oggi dopo quattro giorni. Vedo quello che sta accadendo e non posso che essere triste per quello che mi lascio alle spalle e per tutte le donne che restano lì. Le speranze che avevo per il futuro del mio Paese sono andate in fumo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zahra è in volo per l'Italia: «Triste per quello che mi lascio alle spalle»

VeneziaToday è in caricamento