menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il no di Zaia ai centri commerciali aperti: "Natale, priorità a famiglia"

Dopo la lettera inviata dai sindacati, la risposta del presidente della Regione Veneto non si è affatta attendere. Chiesto il dietro front alle grosse catene

I sindacati avevano lanciato l'allarme, prefigurando uno scenario in cui i dipendenti dei grossi centri commerciali avrebbero potuto e dovuto lavorare a Natale, Santo Stefano e Capodanno. Da questo scenario la decisione di scrivere al presidente del Veneto e al Patriarca di Venezia, chiedendo un loro intervento, per fare in modo che la catene di distribuzione più importanti rivedessero i propri piani.

E la risposta di Luca Zaia non si è fatta attendere. "Ci sono pochi giorni all'anno in cui credo che la priorità debba andare alla famiglia - ha spiegato il presidente della Regione - alla tradizione dei veneti, a un po' di tempo da dedicare a mente sgombra a figli, mogli, mariti, nonni, al riposo, persino allo svago. Perciò rivolgo un appello alle proprietà e agli azionisti dei grandi gruppi commerciali perché a Natale, Capodanno, e poche altre feste che in un anno caratterizzano la vita della gente, sia fatta la scelta di non aprire le strutture".

"Parlo anche da consumatore - ha aggiunto Zaia - e dico che siamo abbastanza maturi per capire che si tratta di un servizio sicuramente utile all'utenza e comprensibilmente remunerativo per l'impresa, che però deve essere mediato dal buon senso e dalla razionalità. Qualche apertura prefestiva e festiva può far parte di un nuovo modo di fare commercio e di dare servizi ai consumatori, salvo il fatto della mia comprovata contrarietaà alle aperture domenicali, ma addirittura ricomprendere in questa categoria il Natale, il Capodanno, Pasqua e poche altre giornate del tutto particolari non è né giusto né utile. In una fase storica - ha concluso il presidente del Veneto - nella quale bisogna fare i salti mortali per rispondere alla crisi anche tentando di produrre maggiore ricchezza e reddito, non bisogna comunque cedere alla tentazione dell'eccesso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento