«Assembramenti fuori dai locali, gente senza mascherina: così torniamo indietro»

L'ammonimento del presidente Zaia durante il punto stampa di oggi. Annunciati 60 milioni di euro di premi per il personale sanitario del Veneto

Un premio per tutti i lavoratori della sanità in trincea negli ultimi 3 mesi nella lotta contro il coronavirus. Durante il punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha annunciato che in giunta è stato deliberato di elargire più di 60 milioni di euro come riconoscimento straordinario per medici, infermieri e operatori sanitari.

La conferenza è stata anche l'occasione, per il governatore, di ammonire tutte quelle persone che nelle ultime ore non hanno rispettato le misure di sicurezza indispensabili per non tornare indietro. «Abbiamo avuto più di 1800 persone decedute di coronavirus. - ha sottolineato Zaia - Nelle ultime ore mi hanno subissato di fotografie con persone che si assembrano fuori dai locali, fanno happy hour: così si ritorna indietro. Saremo costretti a chiudere tutto con il silicone, non possiamo tornare indietro, ad un lockdown. Ma questo è il rischio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Zaia contro il Dpcm: «Posso spostarmi in una metropoli e non tra Comuni con meno di 5mila abitanti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Schianto in moto, morto un uomo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento