Cronaca

Zaia: «Diffusione del virus quasi azzerata, ma attenzione all'autunno»

Il governatore ha invitato la cittadinanza a sottoporsi volontariamente a tampone per riuscire a proseguire il monitoraggio

«Sono 27 i casi di variante Delta censiti oggi in Veneto. La circolazione del virus è vicina allo zero ma la nostra preoccupazione è avere un nuovo aumento dei casi in autunno». Inizia con questa considerazione, lunedì 5 luglio, il punto stampa del governatore Luca Zaia, tornato ad aggiornare la popolazione sui dati relativi all'emergenza sanitaria. Ha ribadito che «i vaccini finora stanno funzionando», perché «le persone vaccinate possono contrarre il virus e risultare positive, ma non finiscono più in ospedale». E «in questo momento la situazione è buona», ma non abbiamo certezze su come andrà in futuro.

Tema del giorno la campagna di tracciamento con i tamponi: «Abbiamo chiesto di coinvolgere aziende, pro loco, organizzatori di concerti ed eventi di aggregazione - dice Zaia - A loro e a tutti i cittadini va il mio appello: stiamo avendo difficoltà a fare tanti tamponi, mi ero illuso che fosse facile arrivare a 30mila tamponi al giorno ma non è così, soprattutto in un periodo come l'estate in cui quasi nessuno ha sintomi. Invito quindi tutti i veneti ad andare nei Covid point ad accesso diretto e farsi il tampone, anche se stanno benissimo. È un'azione di volontariato che aiuterà tutta la comunità e i tamponi saranno gratuiti per tutti. Alle associazioni e alle pro loco chiedo di allestire, dove possibile, dei gazebo dedicati al tracciamento per fare tamponi anche a concerti, eventi e sagre». Il concetto è che più tamponi saranno fatti, meglio sarà tenuta monitorata la diffusione del virus.

Sulle vaccinazioni Zaia spiega: «Nei prossimi giorni apriremo le prenotazioni sul portale della Regione anche per dopo la data del 4 agosto. Abbiamo bisogno di capire quante dosi arriveranno nei prossimi giorni. Negli ultimi tempi, però, sempre più cittadini stanno rinviando la prenotazione per vaccinarsi in autunno, con l'idea di essere poi "coperti" per tutto l'inverno. Ma io invito a prenotarsi prima possibile, senza aspettare la fine dell'estate: è ormai dimostrato che anche ricevendolo ora la copertura per l'inverno è garantita. Sulla terza dose per il personale sanitario vaccinato a inizio 2021 non ci sono ancora date certe».

In Veneto le percentuali per fascia d'età, tra già immunizzati almeno con la prima dose o prenotati, sono le seguenti:

  • over 80, più del 99%
  • 70-79 anni 89%
  • 60-69 anni 83%
  • 50-59 anni 73%
  • 40-49 anni 62%
  • 30-39 anni 51%
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Diffusione del virus quasi azzerata, ma attenzione all'autunno»

VeneziaToday è in caricamento