rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca

Zaia: «Per Natale possibile zona gialla nel Veneto»

Il presidente della Regione, intervenuto martedì alla trasmissione "Mattino 5", ha anticipato i dati del bollettino quotidiano di Azienda Zero: «Superati i parametri di incidenza e nelle terapie intensive». Quasi 3 mila contagi registrati in 24 ore

«Se guardiamo in prospettiva e manteniamo questi incrementi quotidiani sicuramente per Natale il Veneto sarà in zona gialla»: lo ha detto stamattina il president della Regione, Luca Zaia, parlando alla trasmissione Mattino Cinque su Canale 5. «Siamo preoccupati per questa inesorabile crescita dei parametri. Oggi - ha anticipato Zaia - abbiamo 2.960 nuovi contagiati, e una grande mole di asintomatici. Il vaccino sta facendo il suo lavoro. Abbiamo un quarto dei ricoverati rispetto alle precedenti ondate, ma i parametri in parte sono da zona gialla», ha aggiunto.

La regione avrebbe già superato i parametri di incidenza: per restare in zona bianca, infatti, bisogna restare sotto la quota di 50 casi ogni 100 mila abitanti, così come entro il limite del 10% in terapia intensiva e del 15% in area medica. «Abbiamo già superato l'incidenza e anche l'occupazione nelle terapie intensive, che oggi in Veneto solo all'11%, mentre in area non critica siamo all'8% ma arriveremo al 15% sicuramente per Natale», ha spiegato Zaia.

Cosa succede in zona gialla? Le restrizioni sono poche per tutti e più consistenti per chi non è vaccinato. La principale differenza tra zona bianca e zona gialla riguarda l'utilizzo della mascherina, che nel secondo caso è obbligatoria anche nei luoghi all'aperto, oltre che al chiuso. Con l'introduzione del super green pass, invece, cambiano le regole soprattutto per i non vaccinati. Da lunedì 6 dicembre in zona bianca e gialla l'accesso a bar e ristoranti al chiuso, cinema, teatri, stadi e altre attività è riservato solo a coloro che sono in possesso della certificazione verde rafforzata, ottenibile solo dai vaccinati o guariti dal Covid. Inoltre, il green pass "base" ottenuto anche con un tampone è obbligatorio per accedere ai luoghi di lavoro, per utilizzare il trasporto pubblico locale, i mezzi di trasporto regionali e interregionali e per soggiornare negli alberghi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Per Natale possibile zona gialla nel Veneto»

VeneziaToday è in caricamento