menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Veneto vede la zona gialla, Zaia: «Come Regione siamo in calo da 29 giorni»

Gli aggiornamenti del governatore nel giorno in cui si riunisce la cabina di regia

«Da 29 giorni abbiamo un calo repentino, frettolosamente saremmo portati a dire che dipende dal blocco delle festività natalizie. Oggi vedremo la decisione della cabina di regia alla quale ci rimettiamo». Con queste parole il governatore Luca Zaia ha commentato la giornata di valutazioni di Cts (Comitato tecnico scientifico), Iss (Istituto superiore di sanità) e ministro della Salute Roberto Speranza, che potrebbe portare la nostra Regione in zona gialla.

«Se saremo in zona gialla - ha spiegato Zaia - avremo coprifuoco alle 22, chiusra di bar e ristoranti alle ore 18, ma svanirà il tema delle limitazioni nella circolazione». Il governatore ha sottolineato che nel caso in cui il Veneto fosse cambiato di fascia, non ci saranno ordinanze regionali e ci si adeguerà alle disposizioni governative».

Sulla ripresa delle scuole

Rimane sempre viva la preoccupazione per la ripresa delle scuole superiori in presenza a partire dal 1° febbraio al 50% (almeno per tre settimane). «Lunedì si parte - ha detto Zaia - Ci adegueremo sul tema dei tamponi nelle scuole». Questo significa che quando sarà individuato il primo positivo, non sarà predisposta la quarantena, ma si procederà con  i test a tutti.

Articolo in aggiornamento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento