Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Zaia: «Continuano a crescere i ricoverati, la maggior parte non sono vaccinati»

Il governatore ha annunciato un prossimo test anticorpale sugli over 80, anche per valutare l'eventualità della terza dose

«Nonostante tutto, il virus c'è e continuano ad esserci ricoveri, anche in terapia intensiva». Lo ha detto oggi il presidente della Regione Luca Zaia, nel corso di un punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera. «C'è chi minimizza, chi dice che sarebbero sufficienti le cure domiciliari: la verità è che da un 5 al 10% dei malati ha bisogno di essere ricoverato in ospedale. E se hai tanti contagiati, hai tanti ricoveri e la sanità va in blocco. Ad oggi, il 76% dei ricoverati o non è vaccinato o ha ricevuto solo una dose. Questo significa che il vaccino funziona, ma crescendo l'età cala la risposta anti-corpale».

Covid, test anticorpale su over 80

Il governatore ha quindi spiegato che «dobbiamo prepararci per l'autunno, testare gli ultraottantenni a campione per valutare l'andamento delle coperture anticorpali. Serve uno studio - ha aggiunto Zaia - e lo faremo, per capire se e come il vaccino ha fatto effetto. L'idea è di un progetto randomizzato, su cui discuteremo con i direttori delle Ulss. Abbiamo fatto la scelta giusta di continuare a chiedere il distanziamento e la mascherina, dovremo valutare con serietà la terza dose, ma ce lo deve dire la comunità scientifica. All’estero si stanno già facendo questi discorsi, qui siamo ancora a Ferragosto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Continuano a crescere i ricoverati, la maggior parte non sono vaccinati»

VeneziaToday è in caricamento