menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Tar respinge il ricorso, Zaia: «Ora valuteremo se riaprire le superiori a febbraio»

Il governatore ha anche spiegato che i dati in Veneto sembrano in fase di miglioramento. L'Rt dovrebbe essere a 0,82, valore che garantirebbe la zona gialla

Il Tar del Veneto ha respinto il ricorso presentato nei giorni scorsi da 17 genitori contro l'ordinanza del presidente della Regione Luca Zaia che sospende le lezioni in presenza per gli istituti superiori fino al 31 gennaio. Come confermato dal governatore nel corso del punto stampa di oggi dalla sede della protezione civile di Marghera, nei prossimi giorni saranno fatte le opportune valutazioni per capire se le lezioni potranno ritornare in presenza ad inizio febbraio o se serviranno ulteriori provvedimenti. Tutto dipenderà dall'andamento della situazione epidemiologica in Veneto: il trend è in miglioramento costante, ma la situazione è sempre molto precaria e il rischio che il contagio torni a diffondersi velocemente continua a sussistere.

«La risposta è positiva - ha spiegato Zaia - per un motivo: i giudici credo abbiano valutato la nostra memoria e capito le motivazioni alla base del provvedimento. Non facciamo ordinanze per partito preso. Credo che il Tar abbia valutato che da qui al primo febbraio ci sono 6 o 7 giorni e che l'efficacia del rientro in classe sarebbe stata comunque debole».

Zaia ha fatto come di consueto anche il punto sulla situazione epidemiologica in Veneto. «Credo che la terza ondata sia arrivata. - ha detto - Ci siamo presi una bella "sventolata" e lo dimostra il numero di ricoveri e di mortalità eccezionale solo in un mese e mezzo». Al netto di ciò, pare che la situazione stia continuando a migliorare, e i dati del bollettino di Azienda Zero di oggi lo confermano. «Le curve continuano a scendere sia per numero di nuovi contagi sia di ricoveri negli ospedali. - ha aggiunto il governatore - In Veneto oggi l'Rt è 0,82, ma non vi so dire se sarà ancora in zona arancione o meno. Ad oggi siamo in arancione per un fattore prudenziale, ma non avente titolo dato che i nostri parametri sono sempre stati da giallo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento