Cronaca

Zaia predica attenzione: «Dopo 2 mesi, in Veneto tornano a risalire i ricoveri in ospedale»

Nelle ultime 24 ore i bollettini di Azienda Zero fanno registrare +46, dopo che negli ultimi 53 giorni c'era stato un progressivo svuotamento dei reparti ospedalieri

«Oggi è il primo giorno di risalita dei ricoveri, con 46 nuovi pazienti negli ospedali veneti. Il bollettino sta tornando a dare dei segnali, e siamo preoccupati. Nonostante la decrescita verso fine gennaio, ho sempre pregato di fare attenzione. Ho visto notizie di Regioni confinanti in cui c'è risalita dei contagi, quindi chiedo l'attenzione di tutti». Con queste parole il presidente della Regione Luca Zaia ha commentato la situazione epidemiologica in Veneto nel corso del punto stampa di oggi dalla sede della protezione civile del Veneto.

Il governatore non ha escluso che a breve ci sia una riunione tra presidenti di Regione e primo ministro. «Mi auguro che il nuovo Dpcm sia scritto in collaborazione e non in modo unilaterale: - ha detto - deve essere il grande spartiacque tra inverno che si chiude e inizio della primavera. La speranza è che vengano prese in considerazione delle misure efficaci per l'economia».

Zaia ha fatto il punto anche sulla questione vaccinazione: le dosi somministrate sul primo target, quello dei sanitari, «ci mostrano un andamento molto positivo, con i contagi che si sono praticamente annullati all'interno degli ospedali. Più corriamo, quindi, prima mettiamo in sicurezza la salute dei cittadini».

Articolo in aggiornamento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia predica attenzione: «Dopo 2 mesi, in Veneto tornano a risalire i ricoveri in ospedale»

VeneziaToday è in caricamento