Cronaca

Zaia: «Potremmo somministrare 50mila dosi di vaccino al giorno»

Secondo il governatore la Regione Veneto sarebbe in grado di spingere sull'acceleratore. Resta il problema, però, delle forniture scarse e ridotte

Il Veneto punta tutto sulla campagna vaccinale per uscire dalla tenaglia del covid, ma le consegne sono insufficienti e, per ora, la ricerca di strade legali per acquistare dosi extra Ue non hanno prodotto risultati. Eppure la Regione potrebbe spingere sull'acceleratore, fino ad arrivare, con i medici di base, a 50mila somministrazioni alo giorno, per lo meno a quanto dichiarato dal governatore Luca Zaia.

«Resto dell'idea che una Regione covid-free possa tornare sui mercati molto prima degli altri, oltre a mettere in sicurezza la salute dei cittadini», è quasi un mantra quello di Zaia, ripetuto ad ogni punto stampa. Anche per questo nell'incontro Governo-Regioni di domenica sera per discutere del nuovo Dpcm, ha insistito nell'auspicio che il premier Mario Draghi, grazie alla sua autorevolezza, «possa dare una mano all'Italia per fare rimpinguare le scorte di vaccini. Tutti i presidenti di Regione hanno sottolineato la necessità di proseguire con le vaccinazioni, che sono la luce fuori dal tunnel».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Potremmo somministrare 50mila dosi di vaccino al giorno»

VeneziaToday è in caricamento