Cronaca

Vaccini Covid, in Veneto somministrate il 60,8% delle dosi disponibili

Il governatore nel corso del punto stampa di oggi dalla sede della protezione civile di Marghera ha fatto anche il punto sui vaccini. Entro fine mese attese 185mila dosi

In Veneto il 60,8% delle dosi di vaccino anti Covid arrivate nei magazzini sono già state somministrate, per un totale di 24.644 iniezioni. «Venerdì mattina le avremo esaurite», ha spiegato oggi il presidente della Regione Luca Zaia, nel corso del punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera. Sta di fartto, comunque, che la cifra di vaccini disponibili potrebbe lievitare, se arrivasse prima venerdì, come prevedibile, la seconda tranche di dosi.

Dati dei vaccinati in Veneto in tempo reale

Vaccini, «la macchina funziona»

Zaia ha spiegato che la macchina delle vaccinazioni funziona come dovrebbe e che «l'organizzazione è paurosa». Quando la persona ha ricevuto la prima dose, ha rimarcato, esce già con l'appuntamento per quella successiva (a 21 giorni). In conferenza era presente anche il direttore della Prevenzione del Veneto Francesca Russo, che ha spiegato come entro fine mese dovrebbero arrivare in Veneto un totale di 185mila dosi. «Se le forniture arrivano come dovrebbero, l'auspicio è arrivare a finire tutta la prima parte entro l'inizio dell'estate.

Ognuno dei 10 centri prediposti può effettuare tra le 2800 e le 3000 iniezioni al giorni, per un totale complessivo in Regione che può toccare le 30mila unità. Come spiegato da Russo, «l'adesione è al 90%, ma se qualcuno ha avuto problemi noi facciamo un recall, senza comunque fermarci, per non perdere tempo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini Covid, in Veneto somministrate il 60,8% delle dosi disponibili

VeneziaToday è in caricamento