Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Zaia: «Vaccini quasi esauriti. Ogni Ulss avrà un punto vaccinale aperto fino a mezzanotte»

Gli ultimi aggiornamenti dalla sede della protezione civile di Marghera

Dalla prossima settimana ogni azienda sanitaria del Veneto avrà un punto vaccinale aperto fino a mezzanotte. L'annuncio è arrivato oggi dal presidente della Regione Luca Zaia, nel corso del consueto punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera. La questione delle disponibilità di siero è sempre centrale, e non potrebbe essere altrimenti. Oggi sono arrivate 83mila dosi di Pfizer, che potranno essere utilizzate a partire da questa sera, più probabile domani mattina. Inoltre, entro la fine della settimana dovrebbero arrivare altre 100mila dosi di AstraZeneca.

Dosi che, considerando anche una minima percentuale da conservare in via prudenziale, visti i ritmi da oltre 30mila vaccinazioni al giorno, potrebbero durare sì e no cinque o sei giorni. Come già specificato a più riprese, il target per la Regione è stato fissato in 50mila inoculazioni per diem, ma le disponibilità di siero attuale non lo consentono (si tratta più di un obiettivo in prospettiva).

Intanto è confermato che giovedì sarà avviata in Veneto la piattaforma online unica per la prenotazione delle vaccinazioni contro il covid presentata nel punto stampa di ieri. Inizialmente la possibilità di prenotare sarà riservata alle categorie prioritarie, e quindi agli over 80 e ai soggetti fragili. Nello specifico, in Veneto rimangono da vaccinare circa 130mila over 80, altrettanti disabili e 200mila soggetti superfragili. «Se avessimo le dosi a disposizione ci vogliono circa 15 giorni - ha spiegato Zaia - Dopodiché si procederà per classi d'età, cominciando ovviamente dai più anziani e scendendo via via».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Vaccini quasi esauriti. Ogni Ulss avrà un punto vaccinale aperto fino a mezzanotte»

VeneziaToday è in caricamento