rotate-mobile
Cronaca

Zaia: «Se ci proteggiamo tutti, possiamo evitare zona arancione»

Il passaggio di fascia è appeso al dato sull'occupazione ospedaliera in area medica

Il Veneto è appeso all'occupazione in area medica per evitare di finire in zona arancione. Come noto, i parametri considerati per i passaggi di fascia sono tre: incidenza di positivi ogni 100 mila abitanti, percentuale di posti letti occupati in terapia intensiva e in zona non critica.

Se per il primo il limite è superato da tempo e per il secondo poco ci manca (18% a fronte del 20%), per l'ultimo il margine è ancora "rassicurante": l'occupazione è infatti del 17% a fronte di un limite massimo del 30. Come spiegato oggi dal presidente del Veneto, Luca Zaia, nel corso del punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera, «se i cittadini si proteggono, non arriviamo all'arancione. Abbiamo 13 punti percentuali di margine, e  "ce la giochiamo"».

Parola d'ordine deve essere "protezione", per il governatore. Nei prossimi dieci giorni si potrà avere la misura di quanto i pranzi in famiglia e i veglioni abbiano inciso sulla diffusione dei contagi, ora l'ulteriore appello di Zaia è quello di avere prudenza per i festeggiamenti di fine anno. «Non nascondo che siamo preoccupati, - ha riferito il governatore - se state male, state a casa. Se avete il raffreddore, fate un tampone, anche fai da te. Ho saputo che sono in esaurimento, mi auguro supermercati e farmacie possano "rinfoltire" le scorte».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Se ci proteggiamo tutti, possiamo evitare zona arancione»

VeneziaToday è in caricamento