5 Stelle contro la Ztl con telecamere a Marghera: "Pronta un'interpellanza"

"L'amministrazione dovrà spiegare come faranno i mezzi che entrano e escono da una mezza dozzina di aziende, ogni giorno, a scaricare e caricare, una volta attivato l'occhio elettronico"

Per il Movimento 5 Stelle, in via del Lavoratore a Marghera, la regolazione del traffico è tutta da rifare. "Per questo è pronta - scrive il consigliere pentastellato, Davide Scano - un'interpellanza destinata all'assessore alla Viabilità, Renato Boraso. Considerato che - spiega - la scorsa settimana, alcuni operai hanno collocato sulla strada di Marghera un nuovo segnale stradale di 'divieto di transito autocarri', con annessa telecamera (varco elettronico), e che tale segnale prescrive il divieto di transito per i veicoli con massa superiore alle 3,5 tonnellate e lunghezza uguale o superiore ai 7,5 metri, senza alcuna precisazione oraria (quindi valevole 24 ore), l'amministrazione comunale dovrà spiegare come, con questa nuova segnaletica, posta praticamente a 20 metri da un accesso utilizzato da almeno una mezza dozzina di imprese artigianali e industriali, potranno le imprese stesse ricevere forniture e/o spedire ordinativi, senza patire un grave pregiudizio".

Pericolosità

"La quasi totalità dei veicoli interessati dal trasporto merce alle ditte coinvolte, compie un circuito di entrata/uscita dall’area privata (via Lazzarini, via Del Lavoratore e via Monzani), senza alcun intralcio alla viabilità “urbana” successiva - afferma Scano -. L’attivazione della telecamera, a distanza di ben sette anni dall’emissione dell’ordinanza, potrebbe causare pericolose ed improvvise manovre di inversione di marcia dei mezzi pesanti dinnanzi al segnale, in un’area di intersezione stradale piuttosto trafficata".

Le richieste

"L'amministrazione spieghi - scrive il consigliere 5 Stelle - come abbia valutato l’installazione della descritta segnaletica, con telecamera, dopo una curva e quasi davanti all’ingresso di un gruppo di aziende che necessitano, per lavoro, del’impiego di mezzi eccedenti i limiti ora vietati. E di spiegare se e come si stia valutando la necessità di aggiornare e modificare la regolamentazione del transito e sosta nelle Ztl Vam, per rispondere meglio alle esigenze delle imprese produttive, contemperando al tempo stesso le esigenze della residenzialità, con eventuali misure e opere di compensazione". Nell'attesa Scano chiede al Comune di valutare, almeno nell'immediato e in attesa di uno studio accurato della situazione, uno "spostamento del varco elettronico, escludendo dalla Ztl i 2 fabbricati produttivi presenti ai due lati di via Del Lavoratore".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento