Sperimentazione apertura mercati di generi alimentari: il 18 aprile riparte San Donà

Si aprirà con il tradizionale mercatino a km0 del sabato, per proseguire poi lunedì 20 con il mercato di Piazza Rizzo, dove saranno presenti solo i banchi che vendono beni alimentari

A partire da sabato 18 aprile i mercati all’aperto sandonatesi potranno riaprire, dopo aver adottato tutte le necessarie misure di prevenzione e nel rigoroso rispetto delle normative di sicurezza indicate dalla Regione Veneto.

Le info utili

Si aprirà con il tradizionale mercatino a km0 del sabato, per proseguire poi lunedì 20 con il mercato di Piazza Rizzo, dove saranno presenti solo i banchi che vendono beni alimentari. «Occorre ripartire ma soprattutto accettare di ripartire in un modo diverso, mettendo al primo posto la sicurezza e portando anche pazienza per qualche lungaggine in più. Lo spazio dedicato ai mercati sarà delimitato con transenne. Questo sabato il mercato si aprirà a partire dalle 8:00. è previsto un solo ingresso da Piazza Indipendenza e una sola uscita in prossimità del Duomo. Come già anticipato, il mercato di lunedì è dedicato ai soli generi alimentari; i banchi saranno posizionati, come di consueto, dietro al Duomo. L'area sarà delimitata da transenne, è previsto l’ingresso da via del Campanile con percorso verso piazzetta delle Grazie; l’uscita sarà su via 13 martiri. I varchi dei mercati saranno tutelati dalla Polizia Locale e da volontari di Protezione Civile. Invito i clienti ad utilizzare mascherina e guanti, rispettare la distanza sociale, fare i propri acquisti e procedere verso l’uscita, limitando i tempi di permanenza il più possibile” spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Lorena Marin».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ripresa

«Stiamo cercando di agevolare la ripresa anche economica, ma occorre farlo nel massimo rispetto della sicurezza individuale, come è chiaramente indicato anche nell’ordinanza regionale. I cittadini finora hanno dato prova di responsabilità e senso civico nell’adattarsi alle restrizioni; sarà fatta comunque una verifica puntuale, con la Polizia Locale, del rispetto delle misure di sicurezza. Se queste prime sperimentazioni daranno esito positivo potremo ripetere l’esperienza anche nei prossimi giorni, in caso contrario a malincuore dovremo optare per l’interruzione di servizio. Ribadisco con forza che è ancora presto per rilassarsi, ma occorre continuare a uscire il meno possibile e rispettare tutte le norme di sicurezza perché la ripresa sia rapida e, soprattutto, definitiva» conclude il sindaco Andrea Cereser.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • "Duri i banchi": origine e significato di questo modo di dire tutto veneziano

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

  • Coronavirus, i numeri di oggi in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento