menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede Aprilia di Noale

La sede Aprilia di Noale

Vertenza Aprilia, l'accordo con la dirigenza approvato dai lavoratori

Solo cinque dipendenti si sono astenuti e otto si sono dichiarati contrari. Due assemblee a Noale e Scorzé hanno messo ai voti l'intesa sindacale. Hanno partecipato circa 500 persone

Come previsto è stato approvato a larghissima maggioranza l'accordo raggiunto tra sindacati e dirigenti Aprilia riguardante il futuro della casa motociclistica di Noale. Il tutto verrà ratificato giovedì o venerdì. Durante la giornata sono state organizzate due assemblee dei lavoratori, una nella sede direzionale della città dei Tempesta e un'altra nel sito produttivo di Scorzé. Molto alta la partecipazione.

Sui 720 lavoratori totali Aprilia hanno preso parte alle votazioni oltre cinquecento persone. Di queste solo cinque si sono astenute, mentre altre otto si sono dichiarate contrarie all'accordo. Una maggioranza bulgara. D'altronde l'intesa raggiunta dopo giorni di trattative era stata salutata subito con soddisfazione dai sindacati. Si evitano infatti i duecento esuberi annunciati a fine 2012. Anzi, l'accordo prevede investimenti biennali da 22 milioni di euro per potenziare il piano industriale dell'azienda, che fa parte del gruppo Piaggio. In questo modo il contratto di solidarietà, in scadenza, verrà rinnovato per un altro anno.

Di più. Con gli investimenti dovrebbero lievitare anche i volumi produttivi dello stabilimento di Scorzé, con l'arrivo di nuovi modelli della casa motociclistica già nei prossimi mesi. Nell'accordo ratificato dai lavoratori è stato inserita la richiesta di un incontro ogni due mesi con la dirigenza per verificare il punto degli investimenti del gruppo Piaggio. La produzione, ferma da mesi, dovrebbe ripartire il 21 gennaio. L'unica ombra, o una delle poche, all'interno dell'accordo è che 138 lavoratori sono in "mobilità volontaria incentivata": ciò vuol dire che possono attivamente cercare un altro posto di lavoro e lasciare di proprio sponte l'azienda. In ogni caso se ciò non succede si ha la garanzia di rimanere in Aprilia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento